Sull'autocertificazione scrivono: «Lavoriamo per Skai». Denunciati in 4, erano diretti a Milano

Sull'autocertificazione scrivono: «Lavoriamo per Skai». Denunciati in 4, erano diretti a Milano

Sull'autocertificazione avevano scritto di lavorare per «Skai»: per questo quattro persone sono state denunciate per falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico. Accade a Reggio Calabria durante i controlli in aeroporto: i quattro, in procinto di partire per Milano, nel modulo di autocertificazione consegnata al personale dello scalo hanno scritto di dover raggiungere il capoluogo lombardo in quanto dipendenti di «Skai».

 

Leggi anche > Scuola, ritorno in classe con sciopero. Il Cts chiede la riapertura

 

Il personale dell'Ufficio prevenzione generale e Soccorso pubblico della Questura, insospettito dal grossolano errore, ha svolto gli opportuni accertamenti appurando che era stato dichiarato il falso. Le quattro persone, che non avevano alcun rapporto lavorativo con Sky, sono state così denunciate per falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico. La Polizia, nell'ambito dei controlli disposti dal questore Bruno Megale, ha anche sanzionato cinque persone intente a cenare in un ristorante di Reggio Calabria violando le norme per contenere la diffusione del contagio da virus Covid 19. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Gennaio 2021, 15:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA