Trecento alberi abbattuti con la motosega: blitz nella notte dei vandali nell'azienda vinicola

Trecento alberi abbattuti con la motosega: blitz nella notte dei vandali nell'azienda vinicola

Un intero viscioleto distrutto. Trecento alberi mozzati con l'uso di una motosega. Alberi messi a dimora dieci anni fa rovinati al punto che probabilmente dovranno essere del tutto sradicati. L'atto vandalico è stato compiuto sicuramente da più persone tra lunedì e martedì. Sotto attacco il podere di Luca, Gisella e Cristian Cardinale, famiglia proprietaria della nota cantina di visciole di Serra de' Conti nelle Marche. «Un gesto - si rammarica Luca – che non riusciamo a spiegare e che ho immediatamente denunciato ai carabinieri della stazione di Serra de' Conti ».

I tre fratelli ancora devono stimare davvero il danno dal punto di vista economico. La loro è una cantina che nel mercato si muove con grinta. Hanno iniziato nel 2005 imbottigliando una botte di cinque quintali, quattro anni dopo hanno comprato terreni con piante di visciole, sono diventati azienda agricola ed hanno impiantato un viscioleto nel terreno sulle “Curve del Mangano”. Oggi producono circa 14mila bottiglie di vino lavorando le visciole con un mosto di Montepulciano e Cabernet, sono presenti sul mercato con grappe, miele, caramelle, biscotti e confetture e ottime prospettive all'estero. 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Gennaio 2020, 20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA