Ora solare, meglio restare all'ora legale? Il pediatra: «Salute dei bambini e risparmio, ecco perché»

Il noto medico pediatra rivolge un appello direttamente al futuro governo: «Potremmo fronteggiare il caro-energia e risparmiarci un inutile stress, specialmente per i più piccoli»

Video

Ora solare, c'è chi dice no. Il noto pediatra Italo Farnetani, infatti, è convinto che a fine mese si debba mantenere l'ora legale, e lo ribadisce in un appello al futuro governo. Per due ragioni essenziali e validissime.

Pregliasco: «Crescita dei contagi fino a Natale e picco di 90mila casi. Ma sarà un'onda e non un'ondata»

Ora solare, l'appello del pediatra

Il passaggio all'ora solare dovrebbe avvenire nella notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre, ma il pediatra Italo Farnetani è contrario: «La luce è il principale sincronizzatore naturale di tutti i processi dell'organismo. Imporre un cambio dell'ora adesso e poi a fine marzo determina un inutile stress da cambiamento». 
Il professore ordinario di Pediatria dell'Università Ludes-United Campus of Malta pensa alla salute dei bambini, ma non solo: «Quest'anno, con la crisi energetica che ci sta schiacciando davvero mi sembra un controsenso continuare così, dovendo ovviare all'impatto del cambio dell'ora e facendosi male due volte, con l'aggiunta del danno economico. Per questo torno a lanciare un appello alle istituzioni e al nuovo Governo: si mantenga l'ora legale per i prossimi mesi. Risparmieremmo stress e denaro».

Lo stress per i bambini e il risparmio energetico

«I riflessi dello stress determinato da questo spostamento in avanti di un'ora si percepiscono soprattutto sulla sfera del sonno. Il passaggio dallo stato di veglia allo stato di sonno è una delle fasi più delicate di tutta la giornata» - spiega Farnetani all'Adnkronos Salute - «E poi c'è il secondo danno. Stiamo attuando tutta una serie di provvedimenti per il risparmio energetico e la riduzione del prezzo delle bollette dell'energia, non si capisce proprio perché spostare le lancette, quando il mantenimento dell'ora legale farebbe risparmiare almeno 500 milioni di euro secondo le stime, un tesoretto».

L'appello al futuro governo

«Da parte mia faccio un appello alle istituzioni, nuovo governo in primis. Siamo in uno stato di emergenza sul fronte della crisi energetica. E allora facciamo come è stato fatto già durante la Prima guerra mondiale, quando si adottò l'ora legale».
«Tra l'altro - conclude - in questa situazione di coinvolgimento emotivo da parte della popolazione, sia per i problemi interni sia internazionali, credo che poter evitare lo stress del cambio dell'ora sia un'opera meritoria e che promuova la salute. Anche questo è un modo per garantire il diritto alla salute, sancito dall'articolo 32 della Costituzione».


Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Ottobre 2022, 19:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA