Rubati i nanetti di Biancaneve dei bambini: «Ladro senza cuore»
di Alessia Trentin

Belluno, rubati i nanetti di Biancaneve dei bambini: «Ladro senza cuore»

Ladri di nanetti nei boschi del Monte Serva, nelle Dolomiti bellunesi. Sono spariti i nani e la Biancaneve sistemati da un residente sotto un albero, nel bosco a pochi metri dalla chiesetta antica di San Liberale. L'uomo, P.D.S., li aveva appoggiati lì la scorsa estate insieme ai nipoti per ingentilire il luogo e per l'allegria dei bambini. Le mini sculture, colorate e buffe come se ne vedono tante nei giardini delle abitazioni, sono rimaste al loro posto per meno di un anno perché di recente l'uomo, tornato da quelle parti, non ne ha più trovata traccia. Subito è scattata la denuncia del furto, sebbene di poco valore, al popolo di Facebook attraverso il gruppo Sei di Cavarzano o di Cusighe se....

«Ringrazio quel morto di fame che se li è portati a casa», ha scritto il derubato pubblicando anche due foto dei nani nella loro posizione sotto la pianta e dando così il via ad una lunga colonna di commenti indignati. Certo sarà praticamente impossibile risalire all'autore o agli autori del gesto, ma qualcuno nel gruppo apre alla speranza di poter ritrovare i personaggi della fiaba poco distante dal boschetto, magari spostati da qualcuno in vena di dispetti. Non è la prima volta, d'altra parte, che la zona ai piedi del Serva diventa obiettivo di incivili e maleducati. Facilmente raggiungibile in auto e relativamente isolata, perché le case attorno sono una manciata, l'area della chiesetta antica è stata a più riprese minacciata da adolescenti che si ritrovano per mangiare la pizza dai cartoni e bere birre proprio davanti all'ingresso lasciando tutti i rifiuti sul luogo, quando non si arrampicano sulla fragile strutture dell'edificio del Trecento per scattarsi selfie dal tetto di pietra.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Febbraio 2020, 16:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA