Meteo, sarà un inverno senza freddo e neve: il motivo è la «Nina». Ecco di che si tratta

Meteo, inverno senza freddo e neve: il motivo è la «Nina». Ecco di che si tratta

Che inverno sarà quello che ci aspetta, in questo periodo già delicato per via della pandemia di coronavirus? Sul nostro Paese potrebbe essere una stagione invernale senza freddo né neve. Lo afferma il team del sito ilMeteo.it, secondo cui il motivo è legato alla Nina, un raffreddamento delle acque superficiali dell'oceano Pacifico che potrebbe sconvolgere gli equilibri atmosferici in tutto il mondo. Un fenomeno, quello della Nina, che sarebbe già in atto da mesi.

 

Le acque superficiali dell’Oceano Pacifico centrale e orientale misurano temperature di circa 1°C al di sotto della media climatica di riferimento, scrive ilMeteo.it. Questa anomalia, che potrebbe sembrare insignificante, comporta invece un'importante modifica a livello di circolazione atmosferica planetaria. Solo per fare alcuni esempi: alcune zone, come Australia, Indonesia e Filippine in presenza di Nina vedono un aumento delle piogge, come pure le regioni più meridionali dell'Africa o quelle settentrionali del Brasile; si rafforzano i monsoni nel sud-est asiatico e sull'India; al contrario, vedono scarsità di precipitazioni le zone tra Brasile meridionale e Argentina e la parte degli Stati Uniti (siccità ed incendi in California) che si affaccia sul Golfo del Messico.

 

Per quanto riguarda l’Italia, dando uno sguardo al passato e alla statistica, quando si verifica questo particolare evento climatico gli effetti si manifestano con un aumento delle temperature e una diminuzione delle precipitazioni, specie al Centro Sud. Come se non bastasse anche le previsioni stagionali propendono per un aumento delle temperature in Italia. In conclusione, sia per gli indici atmosferici sia per le previsioni a lungo termine, il prossimo inverno si prefigura fin troppo mite e, soprattutto, caratterizzato da poche nevicate, quanto meno in pianura e lungo le coste.


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre 2020, 12:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA