Marco Vannini, a Chi l'ha Visto le intercettazioni inedite dei Ciontoli: «Lui è morto e vanno in tv per soldi»

di Silvia Natella
A Chi l’Ha Visto? le intercettazioni inedite sul caso di Marco Vannini. Nei giorni immediatamente successivi alla morte del 21enne colpito con un'arma da fuoco nella casa della fidanzata a Ladispoli, la famiglia Ciontoli e i testimoni erano intercettati. In una telefonata a un'amica Viola Giorgini - legata a Federico Ciontoli e assolta in primo e secondo grado ed esclusa dal ricorso in Cassazione -  dice a un’amica che Antonio Ciontoli è entrato in bagno con le pistole e che Marco Vannini chiese di poterle vedere.

Leggi anche > Lara Argento scompare a Pavia, l'amica a Chi l'ha Visto: «Si prostituiva e derubava i clienti»

Parole forti poi nei confronti dei familiari della vittima. In un’altra intercettazione di cinque giorni dopo l’omicidio, la stessa Viola commenta una puntata di Chi l’Ha Visto? e critica il comportamento del cugino di Marco, Alessandro Carlini, accusandolo di speculare sulla morte del parente. «State vedento Rai 3, stanno parlando di Marco. Sto ca*** di cugino ha sempre la bocca aperta. Ha avuto la faccia di cu*** di andare a Chi l'ha Visto. Ti è un morto un cugino e mi vai lì per far soldi e avere popolarità», si sente nell'intercettazione. 

Nell'intercettazione afferma anche di aver visto Marco a terra e non nella vasca, come invece dichiarato da tutti gli imputati nella deposizione in aula. E intanto si attende la decisione della Cassazione sulle sentenze di primo e di secondo grado. 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Febbraio 2020, 16:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA