Etna, nuova pioggia di cenere su Catania: l'aeroporto rimasto chiuso fino alle 9.30

Etna, nuova pioggia di cenere su Catania: l'aeroporto rimasto chiuso fino alle 9.30

L'Etna continua la sua attività e riempie di cenere lavica la città di Catania. A causa della pioggia di cenere, l'aeroporto della città è rimasto chiuso per le prime ore del mattino, prima che la situazione tornasse alla normalità con un'ora di anticipo rispetto al previsto, intorno alle 9.30.

Leggi anche > Teme una violenza sessuale dai vicini e chiama la polizia, ma era solo l'audio di un film francese

Etna, la nuova attività nella notte

Nuovo parossismo dell'Etna nella notte con fontana di lava e violenti boati dal cratere di Sud-Est. Il fenomeno, iniziato all'01:00 si è concluso alle 02.19. Presente anche una piccola colata lavica che si è diretta in direzione sud-ovest, che è alimentata e si attesta ad una quota di circa 2.800 metri sul livello del mare. La nuova attività del vulcano attivo più alto d'Europa è stata accompagnata dall'emissione di un'intensa nube eruttiva, alta almeno 5 chilometri, secondo stime dell'Ingv-Oe.

Etna, aeroporto di Catania chiuso fino alle 9.30

La pioggia di cenere lavica proveniente dall'Etna ha raggiunto diversi comuni della zona, compreso il capoluogo Catania, dove l'aeroporto internazionale Vincenzo Bellini è rimasto chiuso e non operativo per le operazioni di pulizia e bonifica delle piste. Nessun volo era autorizzato ad atterrare o decollare prima delle 10.30, ma la rapidità delle operazioni ha consentito di far tornare operativo lo scalo con un'ora di anticipo.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Luglio 2021, 11:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA