Ennio Morricone, Mattarella: «Artista geniale ha rafforzato il prestigio dell'Italia». L'addio dei vip sui social, da Baglioni a Vasco Rossi

Ennio Morricone, Mattarella: «Artista geniale, rafforzato il prestigio dell'Italia». L'addio dei vip sui social, da Baglioni a Vasco Rossi

Addio a Ennio Morricone, il saluto di vip e istituzioni sui social. L'Italia è in lutto per la morte del maestro che si è spento nella notte a Roma dopo una caduta fatale. 

«La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale». Lo afferma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo la scomparsa del compositore. «Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un'impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento.Attrraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell'Italia nel mondo. Desodero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza» 

«Ricorderemo sempre, con infinita riconoscenza, il genio artistico del Maestro #EnnioMorricone. Ci ha fatto sognare, emozionare, riflettere, scrivendo note memorabili che rimarranno indelebili nella storia della musica e del cinema», scrive su Twitter il premier Giuseppe Conte.
Tanti i nomi della politica e dello spettacolo che sui social hanno espresso il loro cordoglio per la morte del grande compositore. Da Lucia Azzolina a Teresa Bellanova, da Paola Saluzzi ad Alessandro Gassmann. «Grazie immenso maestro», ha cinguettato l'attore. «Il compositore dei capolavori assoluti. Arrivederci Maestro», gli fa eco la cantante Paola Turci
 
 
 
 
«La Musica di Ennio Morricone ha reso il Grande Cinema indimenticabile.. bastava una nota ed era subito Emozione. Un dono dato ai grandi. Ed ora? Una perdita epocale #enniomorricone», le parole dell'attrice Anna Foglietta. «Dolore per la morte di Ennio Morricone, grande musicista e compositore del nostro tempo. Le sue colonne sonore hanno segnato la storia del cinema, in Italia e nel mondo, e continueranno a emozionarci. Roma era la sua città e oggi piange la scomparsa di un artista molto amato», scrive invece su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.
«Un giorno triste per la cultura, con Ennio Morricone ci lascia uno dei grandi maestri italiani, un musicista di raffinata bravura che con le sue melodie ha saputo emozionare e far sognare il mondo intero che lo ha ricambiato con i più importanti premi e riconoscimenti, a partire dagli Oscar per le sue leggendarie colonne sonore», dice il ministro Dario Franceschini. «Ho avuto la fortuna di incontrarlo e non scorderò quell'energia e quella forza che era capace di trasmettere anche con il solo sguardo. Sono vicino ai familiari in questa triste giornata».

«Ennio... Maestro mio e di tutti. Questa è la nostra prima foto, era Aprile 2013 e registravamo La Solitudine con la tua partitura...immenso artista.. ti vorremo per sempre bene..il tuo nome è nella storia e nell'orgoglio del nostro paese». Così Laura Pausini ricorda, su Twitter, il grande compositore scomparso stanotte. L'artista pubblica, insieme al commento, una foto che la ritrae insieme al maestro e la figlia Paola ancora di pochi mesi, e la partitura di 'La Solitudinè, brano con cui vinse Sanremo nel 1993.

«Con Ennio Morricone se ne va un pezzo di cinema mondiale. Una testimonianza di quanto gli italiani possano essere protagonisti ovunque. La musica, un legame universale per unire tutti in un abbraccio globale d'amore e di comunanza ideale». Lo scrive su Twitter Aurelio De Laurentiis. «La sua umiltà, unita a una grandezza mai ostentata - aggiunge il produttore cinematografico e presidente del Calcio Napoli - gli ha permesso di supportare piccoli e grandissimi film, profondendogli un'anima unica che li ha resi indimenticabili e perfetti. Un abbraccio sentito alla moglie Maria e al figlio Andrea che ha tutte le qualità di musicista per continuare l'opera del padre. Un forte abbraccio anche agli altri figli Giovanni, Marco e Alessandra», conclude De Laurentiis. 


«​Ciao Ennio! Grazie per ogni tua nota, per la tua amicizia. Ci hai reso fieri di essere italiani. Per me il più grande di sempre». Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha voluto ricordare così Ennio Morricone, scomparso oggi.

« Nessuna dichiarazione in merito alla scomparsa del compositore Ennio Morricone avvenuta oggi a Roma». Giulio Rapetti Mogol, storico paroliere di Lucio Battisiti e oggi presidente della Siae, sentito dall'AdnKronos, non intende rilasciare dichiarazioni fino alla celebrazione dei funerali che si terranno in forma strettamente privata. Una decisione, questa, assunta nel rispetto della volontà espressa dai familiari del maestro Morricone. «La famiglia ha chiesto - ha spiegato Mogol - il silenzio fino ai funerali che saranno in forma privata. Rispettiamo la volontà dei familiari che desiderano questo comportamento al quale mi associo».
 
 Si è affidato a Instagram il bolognese Cesare Cremonini, una foto col maestro e la didascalia: «Ennio Morricone. Emozione fortissima e privilegio enorme. Ispirazione costante». Stesso social per Vasco Rossi: «Il privilegio dell'artista è morire sapendo che la sua arte non morirà mai.. W il Maestro Ennio Morricone!», seguito da  un cuore per dare la dimensione di un dolore immenso. Stessa commozione per il direttore d'orchestra Riccardo Muti nel ricordare Morricone: «Un Maestro verso cui nutrivo amicizia e ammirazione. Di lui ho diretto una importante composizione “Voci dal silenzio” a Ravenna e a Chicago suscitando vera emozione tra il pubblico. Musicista straordinario non solo per le musiche da film ma anche per le composizioni classiche. Ci manchera’ come uomo e come artista». 

Questo il ricordo di Claudio Baglioni. «Ennio caro quanti regali di musica e poesia ci hai fatto. La tua arte magnifica, potente e sensibile è unica e resta per sempre con noi. Mancherai al bene di tantissimi e al mio. Io che ho avuto l’onore e il privilegio di conoscerti e lavorare con te, ti mando un saluto e mi firmo come ti piaceva chiamarmi Audio Bagliori».

Ultimo aggiornamento: Lunedì 6 Luglio 2020, 15:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA