Covid, addio al bollettino giornaliero: «Aggiornamenti due volte a settimana». Ma la svolta non è in Italia

Covid, addio al bollettino giornaliero: «Aggiornamenti due volte a settimana». Ma la svolta non è in Italia

Addio al bollettino quotidiano con contagi, morti e ricoveri da Covid-19: la svolta non riguarda l'Italia, ma la Spagna, dove non verrà più pubblicato un bollettino ufficiale giornaliero sulla situazione sanitaria riguardante il Covid. Lo ha annunciato in conferenza stampa la ministra della Sanità, Carolina Darias. A partire dal 14 marzo, i dati sull'andamento della pandemia verranno pubblicati due volte a settimana.

 

Bollettino Covid di mercoledì 2 marzo: 36.429 nuovi positivi e 214 morti

 

Sono più di 100.000 ora le morti di persone contagiate dal Covid registrate ufficialmente da inizio pandemia in Spagna: è quanto messo in mostra dall'ultimo bollettino del Ministero della Sanità. In tutto, nel Paese iberico sono ora contabilizzati 100.037 decessi e oltre 11 milioni di casi. Intanto, continuano a calare i principali indicatori riguardanti contagi e ricoveri per Covid, una tendenza consolidata da alcune settimane: attualmente, l'incidenza su 14 giorni è di 486 casi ogni 100.000 abitanti, mentre il tasso di occupazione negli ospedali è del 5% nei reparti ordinari e del 9,86% nelle terapie intensive.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 2 Marzo 2022, 20:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA