Una tigre positiva al coronavirus al Bronx Zoo
di Elena Benelli

Una tigre positiva al coronavirus al Bronx Zoo

È la prima della sua specie a contrarre il coronavirus. Nadia, 4 anni, tigre malese dello zoo del Bronx, a New York, è risultata positiva al test Covid-19 dopo aver mostrato tutti i sintomi, a partire dalla tosse secca e da una crescente inappetenza. A darne notizia è stata la fondazione Wildlife Conservation Society che lavora a progetti mirati per tutela della vita naturale. Sotto osservazione anche altre tre tigri (la sorella Azul e due esemplari di tigre siberiana) e tre leoni africani ospitati nella stessa struttura e colpiti dagli stessi sintomi, ma ai quali per il momento non verrà fatto il test. Un tipo di esame che richiede l’anestesia totale, particolarmente pericolosa nel caso dei grandi felini. Non si teme per la vita della tigre Nadia - il virus, letale per molti umani, non lo è in genere per gli animali - che sta ricevendo cure dal 27 marzo e i veterinari prevedono per lei una pronta guarigione. A trasmettere il virus a Nadia e ai grandi felini sarebbe stato un addetto dello zoo, inizialmente asintomatico, poi positivo al Covid-19. Al momento infatti non c’è alcuna prova del contrario, che gli animali, grandi o piccoli, esotici o domestici, possano trasmettere il virus e infettare un essere umano. Lo zoo del Bronx è chiuso al pubblico dal 16 marzo a causa della pandemia.
Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Aprile 2020, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA