Benzina, prezzi alle stelle: verde a 1,6 euro, il massimo dal 2019. «Stangata da 267 euro l'anno»

Benzina, prezzi alle stelle: verde a 1,6 euro, il massimo dal 2019. «Stangata da 267 euro l'anno»

Benzina, il prezzo vola ai massimi da due anni: salgono i prezzi dei carburanti sulla rete di distribuzione italiana, secondo i dati settimanali del ministero dello Sviluppo economico elaborati sulla media dell'ultima settimana. La benzina in modalità self è praticamente arrivata a 1,6 euro al litro (1,599 euro), il gasolio è invece a 1,458 euro. Per la verde si tratta del massimo da quasi due anni, ovvero dal luglio del 2019, mentre per il diesel il prezzo è il più alto da febbraio del 2020. 

 

Codacons: stangata di 267 euro l'anno

 

«I nuovi rincari dei carburanti alla pompa causano una stangata su base annua pari a +267 euro a famiglia solo per i maggiori costi di rifornimento ai distributori», denuncia il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, commentando i nuovi record raggiunti alla pompa da benzina e gasolio. «Oggi la benzina costa il 16,1% in più rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre per il gasolio si paga il 15,1% in più -spiega Rienzi- Rincari che producono effetti diretti sulle tasche dei consumatori, al punto che un pieno di verde costa oggi 11,1 euro in più rispetto a giugno 2020, mentre per il diesel si spendono 9,6 euro in più a pieno».

 

«L'andamento al rialzo dei carburanti provoca una maggiore spesa annua, solo per i rifornimenti, pari a +267 euro a famiglia, ma le conseguenze potrebbero essere ben peggiori. Listini così alti di benzina e gasolio hanno effetti diretti sull'inflazione, e provocano un rialzo generalizzato dei prezzi che si abbatterà nelle prossime settimane sulle famiglie italiane», conclude Rienzi. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Giugno 2021, 12:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA