«Non mi sento bene, vado a casa»: Andrea muore a 45 anni dopo aver salutato gli amici

«Non mi sento bene, vado a casa»: Andrea muore a 45 anni dopo aver salutato gli amici

«Non mi sento bene»: dirigente della squadra di calcio muore a 45 anni nel trevigiano. La vittima si chiamava Andrea Astolfi. Un improvviso malore, quasi certamente un infarto, ha stroncato a 45 anni la vita di Andrea Astolfi, di Orsago (Treviso), vicepresidente della locale squadra di calcio che milita in Seconda categoria.

 

 

Giovedì sera Andrea Astolfi si era recato al campo sportivo di via Borgo Basso per assistere all’allenamento della prima squadra e discutere con altri dirigenti biancocelesti gli ultimi dettagli della tradizionale festa dello sport, in programma in questo fine settimana. Durante la serata aveva avvertito un leggero malessere e si era subito recato a casa ma le sue condizioni si sono aggravate sempre più fino alla morte.

 

L'uomo lavorava alla Finint di Conegliano. A offrire cordoglio alla famiglia da parte della comunità di Orsago anche il sindaco, Fabio Collot; sono decine i messaggi di cordoglio pubblicati sulla sua pagina Facebook. Il funerale sarà celebrato probabilmente nel corso della prossima settimana. La società di calcio Orsago, di cui Andrea era dirigente, ha sospeso la locale festa dello sport e ogni attività agonistica fino al funerale.


Ultimo aggiornamento: Domenica 12 Settembre 2021, 16:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA