Morto Vincent Lambert, simbolo della lotta per il "fine vita". Il Vaticano: «Sconfitta per l'umanità»

Morto Vincent Lambert, simbolo della lotta per il "fine vita". Da 8 giorni senza cure e alimentazione. Il Vaticano: «Sconfitta per l'umanità»

Vincent Lambert è morto. L'uomo, tetraplegico da oltre 10 anni dopo un grave incidente, si è spento questa mattina in ospedale: lo rende noto la famiglia.



Vincent Lambert, 42 anni, vittima di un incidente stradale nel 2008 in seguito al quale è finito in stato vegetativo, «è morto questa mattina alle 8.24» nell'ospedale centrale di Reims, nel nord della Francia, dove era ricoverato da anni. La notizia è stata diffusa dal nipote Francois. Jean e Viviane, i suoi genitori, hanno condotto una strenua battaglia legale per impedire che al figlio fossero interrotte cure e alimentazione che lo tenevano in vita. Da lunedì si erano di fatto arresi, definendo ormai «inevitabile» la morte di Vincent. La maggior parte degli altri familiari, a partire dalla moglie Rachel, erano invece schierati per l'arresto delle terapie, così come i sanitari che lo avevano in cura e il suo medico curante.

Vincent Lambert era diventato un simbolo in Francia della lotta per il fine vita. Ne ha dato notizia la sua famiglia questa mattina. Dopo l'ultima decisione del tribunale, i medici gli avevano sospeso cure e alimentazione da mercoledì della scorsa settimana.

Quello di Vincent Lambert era un caso che aveva fatto discutere in Francia e non solo: se da un lato la moglie spingeva per l'interruzione delle cure, dall'altro i genitori dell'uomo si sono sempre opposti, dicendo anche di essere pronti a sporgere denuncia per omicidio.

IL VATICANO Il Presidente mons. Vincenzo Paglia e tutta la Pontificia Accademia per la Vita pregano per la famiglia di Vincent Lambert, per i medici, per tutte le persone coinvolte in questa vicenda. «La morte di Vincent Lambert e la sua storia sono una sconfitta per la nostra umanità», dice in un tweet la Pav.
Giovedì 11 Luglio 2019, 09:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA