«Uccidi la mia ex»: la nuova compagna si rifiuta e lui compie il delitto e fa scomparire il cadavere
di Alessia Strinati

«Uccidi la mia ex»: la nuova compagna si rifiuta e lui compie il delitto e fa scomparire il cadavere

Cerca di convincere la sua nuova fidanzata ad uccidere l'ex, ma lei si rifiuta e lui porta a termine il delitto. Una storia certo non finita bene quella tra Patrick Frazee e la sua ex, Kelsey Berret. L'uomo di  Woodland Park, una città tra Denver e Colorado Springs, nello stato del Colorado, è stato arrestato per aver ucciso la sua ex compagna, il cui cadavere non è mai stato trovato, ma prima di farlo avrebbe tentato di convincere la sua fidanzata a farlo.

Jessica lasciata dal compagno dopo il cancro all'utero: «Facevamo sesso fino a 6 volte al giorno, non accettava l'astinenza»



Secondo quanto riporta il Daily Mail, ad incastrarlo è stata proprio la nuova compagna che ha raccontato al giudice della singolare richiesta fatta da lui. Patrick non accettava i rifiuti della sua ex, madre dei suoi figli, così a sangue freddo ha preso una mazza da baseball e si è scagliato contro di lei. Pare che tra i due ex ci fossero da tempo discussioni: lei lo aveva accusato di maltrattare i loro figli e gli negava la loro presenza.

Deciso a farla finita ha prima cercato di avvelenarla, mettendo il veleno in una bevenda, quando lei si è rifiutata di bere ha proceduto con la mazza. Patrick ha avvolto la testa di Kelsey in un maglione, per soffocare le grida, poi ha fatto sparire il corpo bruciandolo in campagna e in seguito ha chiesto alla sua compagna se poteva aiutarlo a ripulire l'appartamento.
© RIPRODUZIONE RISERVATA