Romina, 14 anni, scappa di casa col fidanzato per amore: il papà la decapita nel sonno

Romina, 14 anni, scappa di casa col fidanzato per amore: il papà la decapita nel sonno

È stata uccisa ad appena 14 anni, dall'uomo che doveva amarla e proteggerla. Si chiamava Romina Ashrafi ed è la BBC a raccontare la sua storia, che dall'Iran ha fatto il giro del mondo: la giovane era fuggita da casa con un uomo di 35 anni che amava e che voleva sposare, ma suo padre l'ha punita uccidendola in modo orribile, decapitandola con una falce mentre era nel suo letto.

Leggi anche > Coronavirus, nel Lazio 11 nuovi positivi di cui 5 a Roma. Trend ancora in calo

Una storia raccapricciante, avvenuta nel Nord del Paese: l'uomo si era opposto alle nozze tra Romina e il suo amore, così i due erano scappati insieme, ma erano stati individuati e fermati dalla polizia. La 14enne era tornata a casa e aveva detto - afferma la BBC - che temeva per la sua vita: giovedì notte, mentre era a letto, il padre l'ha decapitata per poi uscire di casa e confessare «con la falce in mano», scrive il sito Gilkhabar.ir.



In Iran, sottolinea la Bbc, un uomo condannato per l'omicidio della figlia rischia solo dai tre ai dieci anni di carcere. «Romina non è la prima e non sarà l'ultima delle vittime dei delitti d'onore», ha twittato Shahindokht Molaverdi, ex vice presidente con delega per gli Affari femminili e la famiglia e oggi segretario dell'Iran's Society for Protecting Women's Rights, che ha chiesto leggi più dure.

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Maggio 2020, 19:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA