Greta Thunberg, la 15enne che ha fatto tremare i leader mondiali alla conferenza sul cambiamento climatico VIDEO
di Simone Pierini

Greta Thunberg, la 15enne che ha fatto tremare i leader mondiali alla conferenza sul cambiamento climatico VIDEO

È stata scelta dal Time tra le teenager più influenti al mondo del 2018, ha 15 anni e ha fatto tremare i leader mondiali riuniniti per la COP24, la conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, a Katowice, in Polonia. Dal palco Greta Thunberg, la giovanissima attivista per l'ambiente svedese, ha puntato il dito contro l'indifferenza dei potenti riguardo le disuguaglianze climatiche e sociali nel mondo. «Sono le sofferenze dei molti che pagano per i lussi dei pochi - ha detto senza timore la studentessa in uno dei passaggi chiave - Nel 2078 celebrerò il mio 75esimo compleanno. Se avrò figli, forse passeranno quel giorno con me. Forse mi chiederanno di voi. Forse chiederanno perché non avete fatto niente quando c’era ancora il tempo per agire. Dite di amare i vostri figli più di ogni altra cosa, invece rubate il loro futuro proprio davanti ai loro occhi». 



Greta Thunberg si è presentata al suo discorso a nome di Climate Justice Now e ha aperto il suo intervento parlando del suo Paese. «Molte persone dicono che la Svezia è solo un piccolo paese e non importa quello che facciamo. Ma ho imparato che non sei mai troppo piccolo per fare la differenza - le sue prime parole di fronte alla platea - Parlate solo di una crescita economica eterna e sostenibile perché avete troppa paura di essere impopolari. Parlate solo di andare avanti con le stesse cattive idee che ci hanno portato in questo casino, anche quando l’unica cosa sensata da fare è tirare il freno di emergenza. Non siete abbastanza maturi per dire le cose come stanno».

«A me non importa essere popolare - ha proseguito la 15enne - Mi interessa la giustizia climatica e salvare il pianeta. La nostra civiltà viene sacrificata per l’opportunità ad un numero molto piccolo di persone di continuare a fare enormi somme di denaro. La nostra biosfera viene sacrificata in modo che le persone ricche di paesi come il mio possano vivere nel lusso».

«Dobbiamo mantenere i combustibili fossili nel terreno e dobbiamo concentrarci sull’equità - ha spiegato - E se le soluzioni all’interno del sistema sono così impossibili da trovare, forse dovremmo cambiare il sistema stesso. Non siamo venuti qui per chiedere assistenza ai leader mondiali. Ci avete ignorato in passato e ci ignorerete di nuovo. Abbiamo finito le scuse e stiamo finendo il tempo. Siamo venuti qui per farvi sapere che il cambiamento sta arrivando - ha concluso - che vi piaccia o no. Il vero potere appartiene alle persone. Grazie».
 

Martedì 18 Dicembre 2018, 18:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA