Ciro muore a 4 mesi per un infarto, il corpo trafugato dal cimitero: «Si segue la pista satanica»
di Alessia Strinati

Ciro muore a 4 mesi per un infarto, il corpo trafugato dal cimitero: «Si segue la pista satanica»

Il piccolo Ciro prima è morto e poi il suo corpo è stato rubato. Ciro Lescano è morto a soli 4 mesi per un arresto cardiaco, un dolore tremendo per la sua famiglia che lo aveva seppellitto nel cimitero di Miramar, una città costiera della provincia di Buenos Aires, sperando potesse trovare la pace eterna, ma in realtà non è così.

Bimbo scomparso, ritrovato 18 anni dopo grazie ad un programma simile a FaceApp

A lanciare l'allarme è stata la mamma del piccolo che andando al cimitero aveva notato che la terra sopra la tomba del figlio era smossa. La donna ha allertato le autorità che hanno fatto dei controlli e aprendo il feretro hanno confermato la paura di Noelia notando che il bimbo non era nella cassa.  Ora, come riporta anche la stampa locale, si indaga su cosa possa aver spinto qualcuno a trafugare il corpo di un neonato. Il papà di Ciro è in carcere e inizialmente si è pensato e una vendetta personale, ma in realtà non si esclude la pista dei riti satanici.

La pista di una setta satanica è avvalorata anche da due terribili precedenti. I resti di Matías Valentino Fernández e Ciro Aranda, due bambini seppelliti nel cimitero di Otamendi, una città a soli 40 chilometri da Miramar, sono stati trafugati a marzo e dicembre del 2017. Un altro bimbo di 2 anni fu ritrovato a pezzi lungo la strada dopo essere stato dissepellito, sempre nella stessa area. Mentre le autorità cercano aiuto anche dalla popolazione e si concentrano sul caso la famiglia del piccolo Ciro deve sopportare nuovamente il dolore di aver perso il bambino.
Lunedì 22 Luglio 2019, 16:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA