Sabato 30 luglio si inaugura la mostra "Ritratti": esposte le opere artistiche di Wolfgang Alexander Kossuth

Sabato 30 luglio si inaugura la mostra "Ritratti": esposte le opere artistiche di Wolfgang Alexander Kossuth

Pittura e scultura. Le opere di Wolfgang Alexander Kossuth verranno esposte al pubblico. Sabato 30 luglio sarà inaugurata la mostra "Ritratti" alle Rimesse del Palazzo Vescovile, Città della Pieve (Perugia), nella principale via Vannucci.

La città, in cui l'artista è morto nel 2009 e da cui la sua produzione artistica ha preso vita, ospiterà la mostra. L'installazione, realizzata per rendere omaggio alla personalità ecclettica del maestro Kossuth, comincerà alle ore 21. Un percorso artistico di 35 ritratti in scultura

Kossuth ha cominciato la carriera nel mondo dell'arte, partendo dal desiderio di analizzare l'animo umano e quanto complesso questo possa essere. Ha poi ampliato le conoscenze tecniche fino a realizzare opere che hanno superato i limiti della realtà, delle vere e proprie realizzazioni surreali.

Non ha mai smesso però di realizzare ritratti per commissioni e omaggi. Soprattutto di personaggi che ammirava e aveva conosciuto personalmente, come Giorgio Strehler, che ha voluto omaggiare con un ritratto esposto al Teatro Strehler a Milano. Il modello originale sarà presente alla mostra.

«Il ritratto è sempre una vera prova di coraggio, affrontare un ritratto vuol dire affrontare il giudizio di tutti coloro che lo guardano, nel ritratto la riconoscibilità è fondamentale ma non tutti guardano nello stesso modo», parole dell'artista Kossuth.

Tra i vari apprezzamenti ricevuti, anche Vittorio Sgarbi ha voluto dire la sua: «Kossuth trasforma gli esseri umani in minerali, paralizza la loro infinita mobilità, li blocca senza sintetizzare e senza deformare. Non esce dalla loro dimensione del realismo, perché ha già fatto un grado zero dell'immagine nel momento in cui l'ha voluta riprodurre in un'astrazione cromatica».


Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Luglio 2022, 16:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA