Manolas solo contro due incubi
di Francesco Balzani

Manolas solo contro due incubi

ROMA - Duvan da Cali e Luis da Baranquilla. Entrambi classe 1991. Il pericolo colombiano è alle porte, anzi alla porta di Olsen. Nei prossimi due impegni con Atalanta e Fiorentina, infatti, la Roma andrà a casa di Zapata e Muriel che nell’ultima giornata hanno esaltato la serie A e che proveranno a far ballare la raggaeton alla non irreprensibile difesa romanista. Un doppio esame tosto che vale quarto posto (ieri ripreso dal Milan) e soprattutto semifinale di coppa Italia. Per questo Manolas sarà chiamato agli straordinari. L’impegno più difficile a Bergamo sarà proprio contro Zapata che alla Roma ha fatto male esattamente un anno fa. Era il 28 gennaio e la Samp espugnava l’Olimpico mettendo per la prima volta veramente nei guai Di Francesco. Era però tutto un altro Zapata. Il colombiano è definitivamente esploso con Re Mida Gasperini tanto da aver superato già oggi il suo record di gol (17 complessivi, 14 in campionato) in stagione che risaliva al 2012-2013 quando vestiva la maglia dell’Estudiantes. Nel 3-3 dell’andata non segnò ma fu devastante. Il suo valore di mercato estivo di 26 milioni è schizzato al doppio. L’Atalanta ha detto no ai 40 offerti dal West Ham e in estate subirà l’attacco dell’Inter e forse della stessa Roma che più volte lo ha cercato in passato.

Tre giorni dopo, il 30 gennaio, a Firenze arriverà il colombiano del nord ovvero Luis Muriel (sul biglietto da visita c’è scritto 6 gol in 8 partite contro i giallorossi...). Un talento sopraffino che in carriera non sempre è stato accompagnato da una condizione fisica al top. Domenica ha segnato due gol incantevoli (il secondo ha ricordato molto Ronaldo, il Fenomeno) facendo innamorare Firenze che lo ha abbracciato meno di 20 giorni fa proveniente dalla Siviglia di Monchi. Pericoli quindi, ma non insormontabili per Manolas che in questi ultimi anni - tanto per citarne qualcuno - ha già messo a bada Messi e Hazard. Il greco, domenica a Bergamo, vivrà anche il confronto ravvicinato con un altro “bomber” inaspettato. Quel Gianluca Mancini che potrebbe sostituirlo nella Roma nella prossima stagione. Il difensore 22enne è ormai a un passo dai giallorossi per una cifra vicina ai 23 milioni. A confermarlo ieri il suo agente a Teleradiostereo: «I contatti sono ben avviati, ma è un affare per giugno. A gennaio non si muove». Anche se Monchi ha provato a convincere l’Atalanta ad anticipare i tempi.




© RIPRODUZIONE RISERVATA