Il Marocco elimina la Spagna, è festa anche in Italia: migliaia in strada, grande gioia (e nessun incidente)

Secondo una prima stima in strada sarebbero scese circa ottomila persone per festeggiare

Video

Grande festa per le strade, felicità e per ora, per fortuna, nessun problema di ordine pubblico. La comunità marocchina festeggia anche in Italia dopo la storica impresa della Nazionale di calcio che ha eliminato ai rigori la Spagna: la seconda big a cadere per opera di Hakimi, Ziyech e compagni, dopo il Belgio.

Bounou para due rigori alla Spagna, il Marocco è ai quarti di finale

Ma se dopo la vittoria col Belgio i festeggiamenti dei tifosi magrebini a Bruxelles aveva rasentato la guerra civile, stavolta - almeno da noi - non è stato così. A Torino, nel quartiere di Barriera di Milano (zona nord della città), dove vive una gran parte della comunità marocchina del capoluogo, sono in migliaia a festeggiare il passaggio ai quarti di finale del Mondiale. In festa anche il quartiere centrale di San Salvario, vicino alla stazione ferroviaria di Porta Nuova, zona in cui abita un'altra grande fetta della comunità magrebina. 

Dopo l'inatteso 3-0 contro la Spagna ai rigori, la gioia è esplosa immediata nelle strade, in particolare in corso Giulio Cesare, con fuochi d'artificio come già era stato lo scorso 1 dicembre con la qualificazione per gli ottavi. A Barriera di Milano intanto il rumore dei botti dei petardi e dei fuochi d'artificio si sente nell'intero quartiere, mentre i tifosi si muovono per le vie e per i corsi principali di Barriera in una sorta di corteo improvvisato, con conseguente blocco della viabilità. Una linea del trasporto pubblico, la 4, ha subito delle deviazioni del percorso.

 

Le forze dell'ordine stanno monitorando la situazione, in particolare controllano gli accessi che da piazza della Repubblica portano al centro cittadino, visto che si muovono parti della folla che puntano a raggiungerlo. Per il momento non si registrano disordini. Secondo una prima stima in strada sarebbero scese circa ottomila persone per festeggiare. Il Marocco non è la prima squadra africana ad arrivare così avanti nella manifestazione, ma la quarta, dopo il Camerun (1990), il Senegal (2002) e il Ghana (2010).


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Dicembre 2022, 22:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA