Casiraghi vota Dzeko: «Inter più forte con lui. Lazio e Juve, il primo esame è decisivo»
di Luca Uccello

Casiraghi vota Dzeko: «Inter più forte con lui. Lazio e Juve, il primo esame è decisivo»

Dal pallone alla pallina del padel. Pierluigi Casiraghi si è appassionato allo sport del momento, anche se il calcio continua a seguirlo da grande tifoso di Juventus e Lazio, le squadre per cui ha giocato e segnato.
Fin qui sette giornate di campionato, con una classifica che non è quella che tutti si aspettavano.
«Quest'anno ci sono tante squadre che ambiscono allo scudetto. C'è l'Inter, c'è ancora la Juventus, anche il Milan, il Napoli che è una graditissima sorpresa. Poi non escluderei nemmeno Lazio, Roma e Atalanta. La differenza è minima. Sarà un campionato avvincente, con una grande lotta fino alla fine».
Si ricomincia con Juventus-Roma e Lazio-Inter.
«Due partite che possono indirizzare già il torneo. Da una parte l'Inter sta dimostrando di non essere cambiata nella mentalità, poi c'è questa nuova Lazio di Sarri che mi piace tanto anche se ha bisogno di tempo per crescere. Questi alti e bassi sono dovuti proprio a questo. Dall'altra parte Juve-Roma è un super classico. Sono curioso di vedere l'atteggiamento di Mourinho e della squadra di Allegri che in caso di vittoria ha la possibilità di avvicinarsi ancora di più ai primi posti in classifica».
La Juve ci ha perso o guadagnato con l'addio di Cristiano Ronaldo?
«Ha perso sicuramente un sacco di gol. È stata una separazione pesante soprattutto in questa fase iniziale. C'è stato come un shock e ora i bianconeri devono rincorrere, ma hanno la qualità per farlo».
Dopo Sarri e Pirlo, Allegri era il tecnico giusto da chiamare, anzi da richiamare?
«Max ha vinto tanti scudetti con tante squadre diverse, con tanti giocatori diversi. Riesce a tirare fuori il meglio del carattere dei suoi giocatori».
L'Inter può vincere lo scudetto anche senza Lukaku?
«Dzeko è forte, è un grande giocatore completamente diverso da Lukaku. È uno che fa giocare la squadra, che tecnicamente ha dei grandi colpi. Sa segnare in qualsiasi modo, anche con colpi di genio. E poi riesce a far segnare anche gli altri, è un giocatore completo».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Ottobre 2021, 08:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA