Lino Banfi svela: «Diventai allenatore... nel pallone grazie a Liedholm»
di Franco Pasqualetti

Lino Banfi svela: "Diventai allenatore... nel pallone grazie a Liedholm"

«Lo ricordo bene quel raghezzo. Durante i casting per l’Allenatore nel pallone cercavamo un attore che sapesse anche giocare a calcio, ne avremo visti una trentina poi si presentò Urs Althaus, svizzero ma di colore, che giocava a calcio. Era fatta, lui era perfetto per Aristoteles». Lino Banfi parla sempre con amore del suo film più celebre.


«Decisi di fare questo film mentre viaggiavo tutte le domeniche in aereo con Nils Liedholm - spiega Banfi - lui allenava la Roma e tornava a casa a Milano. Io andavo a Milano perché lunedì mattina registravo un programma tv. Essendo io un romanista sfegatato, cercavo sempre un posto vicino a lui. Un giorno mi disse “Lino fai un film su Oronzo Pugliese”. Ci pensai e mi misi subito al lavoro. Oggi è un cult assoluto e sarebbe bello se in Italia si tornasse al calcio degli anni ‘80».
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Luglio 2020, 10:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA