Lazio-Inter 2-1: le pagelle del big match di Serie A
di Enrico Sarzanini - Alessio Agnelli

Lazio-Inter 2-1: le pagelle del big match di Serie A

Pagelle Lazio: Acerbi è un leone, Marusic convince e il Mago illumina

STRAKOSHA 6,5
Reattivo sul tiro ravvicinato di Lukaku, da rivedere la respinta sul tiro di Candreva da cui nasce il gol di Young nel finale si immola in scivolata su Lautaro.
LUIZ FELIPE 7
Perfetto l’anticipo su Lautaro a botta sicura nel primo tempo, sbaglia davvero poco o niente.
ACERBI 7,5
Solito leone è praticamente l’ombra di Lukaku che non molla per tutta la partita rendendogli la serata complicata.
RADU 7
Serata di straordinari per il rumeno più di una volta costretto a dover coprire i buchi lasciati da Jony che in difesa latita. 
MARUSIC 7
Da un suo tiro a botta sicura che nasce l’azione del 2-1. 
MILINKOVIC 8
Meriterebbe migliore fortuna sulla staffilata da trenta metri che si infrange sulla traversa con Padelli immobile si rifà nella ripresa con un tiro da biliardo che regala il 2-1.
LEIVA 7
Un mostro a centrocampo morde le caviglie agli avversari senza mai perdere un contrasto, prezioso nel bloccare le ripartenze. (34’ st Cataldi 6).
LUIS ALBERTO 7
Un paio di lampi illuminanti del Mago quando ha il pallone tra i piedi ha mezzo centrocampo addosso.
JONY 6
Molto bene se si deve proporre in avanti ma quando c’è da ripiegare Candreva trova davanti a lui inaspettate praterie. (18’ st Lazzari 6,5: un furetto sulla fascia).
CAICEDO 6
Inghiottito dalle maglie della difesa nerazzurra riesce giusto a toccare qualche pallone. (18’ st Correa 6: regala imprevedibilità all’attacco).
IMMOBILE 7,5
Appena trova un varco, De Vrij è costretto ad atterrarlo in area: rigore e gol numero 26. 
INZAGHI 8
Ennesima vittoria in rimonta, ancora una volta i cambi perfetti, c’è tanto e molto di più in questa vittoria.

Pagelle Inter: Young non basta, Lautaro e Lukaku con le polveri bagnate

PADELLI 6
Sorpreso e baciato dalla fortuna sulla traversa di Milinkovic. Poi qualche uscita da rivedere e un’esitazione sul 2-1 di Sergej. Ma tiene a galla i suoi nel finale, con una paratona su Immobile.
GODIN 6
Vince il ballottaggio con Bastoni, spegnendo 34 candeline in campo con esperienza e fisicità (41’ st Sanchez ng).
DE VRIJ 5,5
Prima da ex all’Olimpico, con fischi a ogni tocco. Regge bene la pressione, fino al rigore dell’1-1, gentilmente concesso affossando Immobile.
SKRINIAR 5,5
Con Immobile e Caicedo ha il suo bel da fare. Non esente da colpe nell’azione che porta al rigore laziale: suo il primo errore, con un anticipo su Padelli in uscita.
CANDREVA 6,5
Sente la sfida dell’ex: guizzante negli uno contro uno con Jony, propositivo al tiro e al cross. Da un suo destro da fuori, l’1-0 in tap in di Young (31’ st Moses ng).
VECINO 5
In avanti pochi inserimenti e tanta imprecisione, in interdizione garra da minimo sindacale.
BROZOVIC 6
In cabina di regia con la fascia al braccio ma senza il guizzo delle serate migliori in impostazione (31’ st Eriksen 6,5: subito un missile dal limite).
BARELLA 6
Pressing alto, ferocia da mastino e tanta corsa alla causa.
YOUNG 6,5
In avvio soffre la corsa di Marusic più del dovuto, poi trova il primo centro in nerazzurro e buone iniziative a corredo.
LAUTARO MARTINEZ 5
Encomiabile in marcatura su Leiva, peccato la fase offensiva.
LUKAKU 5,5
Con Acerbi è vita dura anche per Big Rom. Polveri bagnate.
CONTE 5,5 
Secondo ko in campionato: dopo l’1-2 del 6 ottobre a San Siro contro la Juve, il 2-1 dell’Olimpico con la Lazio. E scivola al 3° posto in classifica.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Febbraio 2020, 09:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA