Il piccolo Giorgio non è sopravvissuto al tumore. Il dolore del papà: «È volato via»

Il piccolo Giorgio non è sopravvissuto al tumore. Il dolore del papà: «È volato via»

«Giorgio è volato via», così Ivan Punzo ha annunciato la morte a Frattamaggiore (Napoli) del figlio di soli due anni. La storia del piccolo Giorgio aveva commosso l'Italia e spinto a gare di solidarietà sul web. Il bambino lottava contro un neuroblastoma, un tumore molto aggressivo. L'ultima speranza dei genitori era quella di portarlo in America per sottoporlo a delle cure sperimentali e per questo avevano chiesto aiuto al popolo del web.

Leggi anche > Kobe Bryant morto con la figlia di 13 anni, è precipitato con il suo elicottero: la leggenda Nba aveva 41 anni. Con loro altre 7 persone 

Purtroppo la malattia non è stata sconfitta. «Il paradiso si è impreziosito di un nuovo angioletto. Giorgio è volato via», ha scritto papà Ivan sul suo profilo Facebook. Era stato lo zio a lanciare un appello affinché la famiglia potesse raccogliere i fondi necessari a sostenere le spese del viaggio e delle cure in America: «Dopo aver affrontato un duro anno di cure, quando tutto sembrava andare per il verso giusto, è arrivata una recidiva». Da quel momento era partita una vera e propria maratona di solidarietà. 


Sabato, durante uno spettacolo per la raccolta fondi, è arrivata la notizia. I genitori, con una lettera, hanno spiegato che quel viaggio non ci sarebbe stato a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni e annunciato che i soldi raccolti fino a quel momento, saranno utilizzati per aiutare tutti gli altri bambini malati a lottare contro questa malattia. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Gennaio 2020, 11:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA