Nicola Fierro: «Più autostima con la chirurgia estetica»

Nicola Fierro: «Più autostima con la chirurgia estetica»

Laureato all'Università degli Studi di Roma La Sapienza, il Dottore Nicola Fierro, si è perfezionato in chirurgia estetica, ha maturato collaborazioni con illustri chirurghi plastici nazionali e internazionali ed ora esegue trattamenti di Medicina Estetica con una esperienza decennale sull'utilizzo della tossina botulinica e dei filler.

 


Quando ha scelto di dedicarsi alla Chirurgia Estetica?
«Quando operando le pazienti che avevano sviluppato un tumore alla mammella, ho percepito che non si sentivano guarite fino a quando non era avvenuta anche la ricostruzione completa dal punto di vista estetico. In quel momento ho capito l'importanza della chirurgia estetica per una normale vita sociale e di relazione».


Chirurgia Plastica ed Estetica come fenomeno sociale o reale esigenza di benessere psicofisico?
«Ormai, quasi ogni donna desidera un piccolo o grande aiuto per migliorare il proprio aspetto. L'accresciuta autostima a questi trattamenti contribuisce al benessere psico-fisico di ogni individuo».


È vero che in Chirurgia Estetica esistono delle mode?
«Indubbiamente i media, i social o alcuni personaggi famosi (influencer) condizionano le mode e le richieste di determinati interventi chirurgici. Ma a mio avviso, la bravura di un chirurgo estetico non sta nel seguire le mode ma nell'effettuare i singoli interventi chirurgici o trattamenti in base alle necessità come un sarto che cuce degli abiti su misura».


Quali sono gli interventi di Chirurgia Estetica più richiesti?
«La mastoplastica additiva (aumento volumetrico del seno con protesi), la liposuzione associata spesso al lipofilling(rimodellamento della silhouette corporea con processazione del grasso che viene inserito in altre sedi, per esempio nella regione glutea o nel viso per ridonare freschezza) e la blefaroplastica».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Novembre 2020, 13:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA