Roma, i buoni pasto per le famiglie bisognose? Virginia Raggi fa gestire i 15 milioni di euro ad una app francese ma poi chiede aiuto alle edicole
di Davide Desario

Roma, i buoni pasto per le famiglie bisognose? Virginia Raggi fa gestire i 15 milioni di euro ad una app francese ma poi chiede aiuto alle edicole

Virginia Raggi, invece di affidarsi alla società italiana che ha vinto la gara d’appalto Consip per la gestione dei buoni pasto della Pa nel Lazio, ha preferito, come rivelato da Leggo, dare i 15 milioni di euro stanziati dal governo a una società francese. 

Una scelta che la sindaca ha provato a giustificare con il fatto che a parità di sconto (20% che quindi permetterà di erogare buoni per 18 milioni) la società francese avrebbe messo nella trattativa una App per l’utilizzo dei buoni invece del classico carnet cartaceo. Buoni da 300 a 500 euro a nucleo familiare.

Ora, chiunque abbia avuto un minimo a che fare con le politiche sociali della Capitale sa bene che le persone bisognose spesso non dispongono di device ma soprattutto sono anziani con uno scarso livello di digitalizzazione i quali se ne fanno ben poco della App francese.

E, infatti, dopo aver testato la App su un centinaio di telefonini il Comune come la sindaca si è vantata domenica sera, senza contradditorio, ospite di Barbara D'Urso, ieri ha preferito correre ai ripari e andare sul sicuro. Come? Chiedendo a un centinaio di edicole di distribuire e raccogliere i moduli cartacei di richiesta.

«Sul portale web di Roma Capitale- scrive sul suo profilo facebook da 4.600 follower l'assessore Antonio de Santis -  è disponibile una lista di edicole presso cui i cittadini potranno trovare e compilare i moduli per richiedere l'accesso al buono spesa».  

Per loro, dunque, altro che App: saranno i vigili a dover andare a consegnare i carnet dei buoni pasto. Così ci saranno due modi di gestire i buoni pasto: quello con App e quelli cartacei. «Dobbiamo fare presto» scrive la Raggi sul suo profilo Facebook. Sì, ma a fare chiarezza su questa storia.
 
Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Aprile 2020, 16:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA