"La serial killer dei gatti è tornata, fermatela"

"La serial killer dei gatti è tornata, fermatela"

  • 654
    share
Per lunghissimo tempo ha vissuto in condizioni igieniche assolutamente degradate, circondata da numerosi gatti maltrattati e malnutriti. Lo scorso giugno, dopo 15 anni di denunce da parte dei vicini, una 57enne era stata prelevata dal suo appartamento di via Lavinio a Roma, a due passi da piazza Re di Roma, e in quell'occasione polizia, carabinieri e vigili del fuoco trovarono questo: cibo avariato, rifiuti, vestiti sporchi accatastati, ma anche le carcasse di alcuni gatti. La donna fu quindi affidata ad alcuni psichiatri ma oggi, a distanza di cinque mesi, è tornata nella sua casa e, stando a quanto raccontano i residenti, si starebbe già aggirando nel quartiere alla ricerca di gatti.



Sono tutti preoccupati per quanto sta accadendo nel quartiere. Alcuni residenti hanno denunciato di aver visto la donna aggirarsi nei pressi della chiesa di via Veio, a poca distanza da quella che è già stata ribattezzata come la 'casa-lager', alla ricerca di gatti. «E la cosa assurda è che qualcuno glieli dà», racconta a IlMessaggero.it Francesca S., commerciante, che si sta battendo «affinché qualcuno intervenga. Anche il condominio sente tutto, la puzza e i lamenti ma nessuno fa niente. Ci sono blatte ovunque. Abbiamo saputo che l'Ama ha trovato almeno 4-5 gatti morti nei cassonetti».



Della 57enne si sa che vive da sola, assistita saltuariamente da una badante, e che ha una sorella con cui è in lite per un'eredità. I residenti, ora, hanno raccolto nuove prove dei gatti catturati dalla donna: sporchi, deperiti e tristi. Del caso si sono interessati, in questi anni, associazioni animaliste e volontari, tra cui il drammaturgo Luca De Bei e l'esperto di zoocriminalità Antonio Colonna, che denunciano: «A giugno, quando ci fu il blitz in casa, furono trovati quattro gatti mummificati e 16 tonnellate di rifiuti. Questa è una vicenda che va seguita, le istituzioni devono dare delle risposte».
Giovedì 16 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-11-16 12:57:28
cioè..ma dite davvero? la storia di denunce va avanti da 15 anni? Non ci sono leggi, non c'è nulla che si possa fare per questa persona e darle l'aiuto necessario in qualche struttura sanitaria???? Che paese che siamo....
DALLA HOME