Bambina in vacanza ferita e trascinata sott'acqua da due delfini: «Gli addestratori se ne sono lavati le mani»
di Silvia Natella

Bambina in vacanza ferita e trascinata sott'acqua da due delfini: «Gli addestratori se ne sono lavati le mani»

Paura per una bambina di dieci anni, Lexi Yeo, ferita dopo essere stata attaccata e trascinata sott'acqua da due delfini durante una nuotata a Cancun, in Messico. La piccola britannica si trovava con tutta la famiglia in vacanza e si stava godendo il mare quando è stata vittima di un incidente con i mammiferi marini, noti per essere giocherelloni ma non pericolosi. Secondo quanto riporta il Mirror, Lexi ha riportato delle ferite e delle contusioni, ma sta bene.

Leggi anche > Leonardo Di Caprio, il presidente Bolsonaro accusa: «Ha finanziato gli incendi che devastano l'Amazzonia»

L'esperienza di nuotare con i delfini è molto amata e frequente, ma sembra che gli addestratori non abbiano potuto fare nulla per impedire l'incidente. La mamma di Lexi, Laura-Jane Yeo, ha raccontato al Sun, ancora sotto choc,  il momento in cui ha visto la coppia di delfini portare via sua figlia trascinandola sott'acqua. Una vacanza da sogno che inevitabilmente e all'improvviso si è trasformata in un incubo. «È stato terrificante. Pensavo che sarebbe morta».


Ai media ha spiegato anche che il comportamento degli addestratori e dei responsabili subito dopo l'accaduto le è stato incomprensibile. «Non ho nemmeno avuto un biglietto, fiori o orsetti di perluche per Lexi. Se ne sono lavati le mani. Ed è ancora più preoccupante che gli stessi delfini stiano ancora nuotando con i turisti». La bambina è poi riemersa con segni di morso profondi, tagli e lividi.
Ultimo aggiornamento: Sabato 30 Novembre 2019, 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA