Terni, OperaIncanto porta al Secci “Le ossa di cartesio” in prima esecuzione assoluta
di Aurora Provantini

Terni,OperaIncanto porta al Secci “Le ossa di cartesio” in prima esecuzione assoluta

TERNI - L’Associazione InCanto presenta la prima esecuzione assoluta dell’opera “Le ossa di Cartesio”. Un lavoro nato dalla collaborazione tra Mauro Cardi, uno dei compositori di maggior rilievo in Italia, e Guido Barbieri, scrittore, musicologo, voce storica di Rai Radio3. Doppio appuntamento, sabato 9 ottobre, al Teatro Secci: il primo alle ore 11 riservato ad “Opera Scuola”, il secondo alle ore 18, aperto al pubblico. “Le ossa di Cartesio” è incentrato sull’incredibile vicenda del cranio del filosofo e matematico francese che morì a Stoccolma nel 1650, forse per avvelenamento. Alcuni anni dopo il suo cranio venne rubato e da allora cominciò un lungo e surreale viaggio durato quasi due secoli. Il cranio venne infatti più volte comprato e venduto da una schiera piuttosto varia di personaggi, ognuno dei quali si sentì in diritto di incidervi la propria firma, un motto, un pensiero. «Nell’opera si immagina – spiega Guido Barbieri, autore del libretto – che lo stesso Cartesio, da morto, ricostruisca queste vicende e incontri le ombre dei personaggi che aveva conosciuto durante la sua vita: la regina Cristina di Svezia, il suo presunto avvelenatore abate Viogué, Helèna madre della sua unica figlia, il suo medico personale e infine il capitano svedese che rubò il suo teschio. Ingredienti ideali per una sorta di giallo seicentesco di forte impatto drammaturgico». «Questa è anche un'opera sulla bellezza del ragionamento speculativo - evidenzia il compositore Mauro Cardi - del metodo e delle simmetrie, un’opera che si dipana, anche visivamente, lungo le traiettorie e le intersezioni tra le passioni inscritte nel piano cartesiano. I sei capitoli dell'opera sono scanditi da citazioni di musiche di Haendel, Sigismondo D’India, Claudio Monteverdi, Barbara Strozzi e Domenico Mazzocchi, che intessono un gioco di dissolvenze e trasfigurazioni con la mia musica». Ad interpretare Cartesio è l’attore Franco Mazzi. Valeria Matrosova si cala invece nei panni della regina Cristina di Svezia, Patrizia Polia interpreta due personaggi (la cantante di corte e Helèna), Federico Benetti tre (l’abate Vioguè, sospettato di aver avvelenato Cartesio, il capitano Planstrom e il medico van Wullen). Il regista Enrico Frattaroli cura la “mise en espace” e sul podio dell’Ensemble In Canto sale Fabio Maestri, che ha diretto quasi tutte le principali orchestre italiane (Teatro dell'Opera di Roma, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, Orchestra Regionale della Toscana, Orchestra Sinfonica Siciliana), molte all’estero.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 4 Ottobre 2021, 22:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA