Emiliano Sala, l'ultimo WhatsApp all'amico: «Il Nantes non mi rispetta, devo prendere una decisione»

Emiliano Sala, l'ultimo WhatsApp all'amico: «Il Nantes non mi rispetta, devo prendere una decisione»

È passato già un anno dalla tragedia legata al calciatore Emiliano Sala, morto in un incidente aereo sulla Manica durante il suo viaggio tra Nantes e Cardiff. E un anno dopo quel dramma, è ancora aperta la 'battaglia legale' tra i due club per la cessione del giocatore: Sala morì infatti dopo essere appena passato dal Nantes al Cardiff, in Premier League, per 18 milioni di euro. Cifra che il club britannico non ha ancora pagato e che i francesi pretendono.

Leggi anche > Lo sfottò choc prima del derby: biglietti aerei col suo nome

Intanto la Bbc ha pubblicato un messaggio WhatsApp in cui l'attaccante argentino esprime a un amico tutta la sua perplessità e amarezza nel lasciare il Nantes. «Il Nantes non mi rispetta, non mi considera per quel che valgo. Non ho ancora preso una decisione. Voglio alcune informazioni da parte di questo club che mi cerca e che dice di volermi valutare per quel che merito. Quest'anno compirò 29 anni, quindi devo pensarci», le sue parole.
 
 

I 18 MILIONI DI EURO Resta aperta, come detto, anche la questione legale sul trasferimento di Sala. Il Nantes vuole dal Cardiff i 18 milioni di euro della cessione del giocatore, cifra che il club gallese non è disposto a pagare. La Fifa aveva inizialmente dato ragione al Nantes, stabilendo che il Cardiff avrebbe dovuto versare la prima rata da 6 milioni di euro ma la decisione è stata impugnata davanti al Tas che deciderà in primavera.
 
 

Dal canto suo il Nantes ricorderà il giocatore argentino con una maglia speciale che verrà indossata dalla squadra in occasione del match di Ligue1 contro il Bordeaux. I colori della casacca saranno bianco e azzurro per ricordare la bandiera argentina. il ricavato della maglia, prodotta in 800 esemplari, verrà devoluto in beneficenza ai primi due club in cui Sala ha giocato, il San Martin de Progreso e il Proyecto Crecer. 
 
 

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Gennaio 2020, 16:34

© RIPRODUZIONE RISERVATA