Masterchef 2019, Valeria Raciti: «Ho vinto pensando alla mia famiglia»
di ​Ida Di Grazia

Masterchef 2019, Valeria Raciti: «Ho vinto pensando alla mia famiglia»

Valeria Raciti è l’ottavo Masterchef d’Italia. Trentenne, siciliana, prima di entrare nel cooking show targato Sky Uno era una segretaria amministrativa, ma il suo futuro oggi profuma di cucina.

L’ultima puntata è stata registrata a fine novembre, come ha fatto a mantenere il segreto sino ad oggi?
«Non è stato semplice, mi sono molto concentrata sul libro che dovevo scrivere».

Si è riconosciuta nel racconto che Masterchef ha fatto del suo percorso?
«Nella maggior parte delle volte sì. La Valeria che ha iniziato era insicura ma aveva voglia di mettersi in gioco. Quella che ha vinto è cresciuta da un punto di vista umano e tecnico».

Una caratteristica dei giudici
«Giorgio Locatelli è molto sensibile. Joe Bastianich è motivazionale. Bruno Barbieri riesce a capirti attraverso i piatti. Antonino Cannavacciuolo è molto vicino al mio modo di intendere la cucina, è come se parlassimo la stessa lingua».

Il suo punto di forza è stato mescolare la cucina tradizionale con l’innovazione. Ritroveremo tutto questo anche nel suo libro?
«Assolutamente sì. L’ho dedicato a mio marito, alla mia famiglia e a nonna Maria che è l’anima del libro stesso. L’ho intitolato Amore, curiosità, istinto. La mia cucina felice (uscirà l’11 aprile per Baldini&Castoldi, ndr) perché sono i cardini che hanno disciplinato il mio percorso in tv e la base della mia cucina. Ci sarà una prima presentazione a Roma, poi a Firenze e Milano.

Cosa farà ora?
«Promuoverò il libro, userò questa visibilità per poter imparare il più possibile, voglio studiare, fare esperienza e in un secondo momento avviare una mia attività. Non lo faccio ora perché ho ancora tanto da imparare anche da un punto di vista imprenditoriale».

COME IL MIELE
Valeria Raciti, 31 anni, di Aci Sant’Antonio (Catania), ex segretaria amministrativa, è sposata, ha due figli e un cane. Se fosse un ingrediente sarebbe il miele: «Semplice e allo stesso tempo complesso, dolce e buono, ma non per tutti».
 


riproduzione riservata ®
Lunedì 8 Aprile 2019, 04:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA