Praga, un capodanno old fashion
di Alessandra De Tommasi

Praga, un capodanno old fashion

Questo gioiellino nel cuore della Repubblica Ceca, di cui è capitale, è avvolta da un’atmosfera a dir poco magica grazie alle famose cento torri e all’energia mistica che l’ha resa patrimonio dell’UNESCO e terzo lato del triangolo di Magia Bianca (con Lione e Torino). Quasi incastonata in un’epoca antica, offre il Capodanno più tradizionale – nonché uno dei più “low cost” - d’Europa. Il Capodanno a Praga offre molte alternative ma i festeggiamenti partono già il 31 dicembre con i Venetian Vespers di Antonio Vivaldi (Rudolfinum, alle 17).

LEGGI ANCHE Le mete del 2019 secondo Lonely Planet: tra spiagge bianche, trekking avventurosi e città da scoprire

Ci si scatena a partire dalle 20 all’Hard Rock Cafe per chi preferisce uno stile informale e scatenato. Zofìn Palace, invece, ospita l’evento clou della capitale, la Great Gatsby Night con atmosfere sofisticate e musica d’epoca. Nonostante le temperature rigide, Old Town Square attende la mezzanotte in piazza fin dal pomeriggio con hit di Sting, U2, REM, Beatles e Oasis. Sono però le note classiche a riecheggiare in questo mondo incantato nella notte più spettacolare dell’anno.

L’Orchestra Filarmonica di Praga si esibisce alla Municipal House con un programma ricchissimo, che spazia da Puccini a Strauss (il 31 alle 17) mentre l’Orchestra Sinfonica cittadina saluta il 2019 con un altro concerto nella stessa location (il 1° alle 19.30) con il repertorio tradizionale di danze slave. La Filarmonica ceca invece propone al Rudolfinum (il 1° alle 20) una selezione delle melodie più celebri di Mozart, Beethoven e Donizetti, tra gli altri. Chi preferisce il jazz invece non può perdersi Lee Andrew Davidson (il 31 alle 19 al Reduta Jazz Club). Gli amanti del burlesque, invece, si danno appuntamento al Royal (il 31 alle 22) per un’esibizione a dir poco mozzafiato.

Praga diventa insomma lo scenario ideale per trascorrere le feste. La città vecchia cambia volto diventando un immenso mercatino natalizio a cielo aperto fino al giorno dell’Epifania, data in cui i Re Magi girano a cammello per la caratteristica processione cittadina in partenza dalla chiesa di St. Thomas. Si tratta di un inno al folklore locale con i sapori tipici dell’intera regione. Il più famoso? Quello nella piazza maggiore, che prosegue fino a piazza della Repubblica, San Venceslao fino alla romanticissima Isola di Kampa e ai piedi del Castello.

Gli appuntamenti delle feste si declinano attraverso concerti, spettacoli teatrali, indimenticabili gite sul Canale del Diavolo e piste di pattinaggio all’aperto. Gli eventi da non perdere si moltiplicano, dai presepi di pan di zenzero della Chiesa di San Matteo alla Cappella di Betlemme con la mostra Playful Christmas, sempre aperta, che racconta i giocattoli dei bambini nei vari decenni (i bimbi alti meno di un metro non pagano l’ingresso di 1,5 euro a testa).

La Torre Jindrisskà ospita i presepi in legno di Trest con riproduzioni dei villaggi locali, mentre i giardini botanici della facoltà di scienze naturale della Charles University raccontano il folklore ceco, tra gnomi, elfi e angeli, con un workshop creativo per i più piccoli. Questa destinazione senza tempo, insomma, di recente ha ospitato per questo una delle più ambiziosi produzioni televisive, la serie ‘Knightfall’ prodotta da A+E Studios con Jeremy Renner, in onda su History (canale 407 di Sky) che nella seconda stagione ospita persino Mark Hamill, Luke Skywalker della saga di ‘Stars Wars’. Di ottime ragioni, insomma, per fare un salto a Praga ce ne sono tantissime.

Lunedì 31 Dicembre 2018, 21:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA