Baby genio a 17 anni, crea un cuore artificiale innovativo: «Si adatta allo sforzo del paziente»

Baby genio a 17 anni, crea un cuore artificiale innovativo: «Si adatta allo sforzo del paziente»

Lui si chiama Jonathan Lévesque, ha 17 anni ed è un ricercatore giovanissimo, un ragazzino prodigio: alla sua età da liceale ha infatti creato un prototipo innovativo di cuore artificiale, in grado di adattarsi allo sforzo del singolo paziente. Jonathan, dopo l'infarto di un'amica di famiglia, avuto due settimane prima delle sue nozze, ha iniziato a lavorare ad un progetto per migliorare le condizioni delle persone con seri problemi cardiaci. Quasi come fosse una missione.

Reddito di cittadinanza, «780 euro solo a chi è in affitto e ha Isee zero»

Con la sua idea, realizzata nei laboratori del suo liceo, il ragazzo si è aggiudicato la medaglia d'oro all'Expo-scienza pancanadese e una borsa di studio per l'università. Il limite degli attuali cuori meccanici è quello di avere velocità di pompaggio standard, mentre il prototipo realizzato dal giovanissimo scienziato punta a pompare sangue a seconda del livello di sforzo del paziente, grazie a sensori utilizzati per misurare la temperatura corporea.



Quando infatti si spreca energia, la temperatura del corpo aumenta e il cuore deve battere più velocemente per compensare. Il cuore messo a punto da Jonathan Lévesque è realizzato con materiali biocompatibili e, quindi, non prevede l'utilizzo di farmaci anti-rigetto. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Ottobre 2018, 16:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA