Università Federico II, nuovo rettore: tra sette giorni i candidati
di Mariagiovanna Capone

Università Federico II, nuovo rettore: tra sette giorni i candidati

Ancora una settimana e finalmente i nomi dei candidati a rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II saranno ufficializzati. Entro le 12 del 31 agosto potranno essere presentate le candidature, mediante una dichiarazione sottoscritta alla presenza del direttore generale dell'Ateneo Francesco Bello (o di un funzionario delegato) che ne autenticherà la firma, allegando il programma. Due i nomi dei candidati noti da tempo, almeno ufficiosamente, che andranno allo scontro in prima tornata dal 15 al 17 settembre: Luigi Califano, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, e Matteo Lorito, direttore del dipartimento di Agraria. Se nella tre giorni della prima tornata non si raggiungerà il quorum, si continuerà con la seconda prevista dal 22 al 24 settembre, e infine una terza, risolutiva, dal 29 settembre al 1 ottobre. Per ora, non sembrano esserci candidature a sorpresa, che dopo due anni di campagna elettorale tra Califano e Lorito, potrebbe essere più un tatticismo che una reale candidatura.

LEGGI ANCHE Academy 5G, da Napoli cinque nuovi progetti 

Inizialmente la corsa al rettorato ha subito un'accelerazione dovuta alla nomina a gennaio dell'ex rettore Gaetano Manfredi a ministro dell'Università e della Ricerca, sostituito prima pro tempore, e poi a pieni poteri, dal rettore Arturo de Vivo. Il mandato con termine a ottobre, avrebbe imposto le elezioni a luglio, ma per via della nomina furono anticipate ad aprile. Ma l'emergenza per il Covid-19 e il lockdown hanno rimescolato le carte. Pochi giorni prima del Dpcm con cui Conte chiuse il Paese, il decano Angelo Alvino aveva fissato la prima tornata di convocazione del corpo elettorale per l'elezione del rettore per il 21 e 22 aprile, sospendendo inevitabilmente la procedura ai primi di aprile. Il primo luglio è stato pubblicato il nuovo decreto del decano, che ha fissato le date delle elezioni a settembre, a cavallo delle elezioni regionali, prolungandole a tre giorni invece dei consueti due per migliorare le condizioni di voto in sicurezza secondo le linee guida previste nel Dpcm.

Le operazioni di voto si terranno in seggi che saranno resi noti nei prossimi giorni, con la distribuzione degli elettori nei seggi previsti per evitare assembramenti. Le operazioni finali di scrutinio, invece, verranno svolte come di consueto nell'aula De Sanctis, immediatamente dopo la chiusura dei seggi mentre, per la prima volta, le operazioni finali di scrutinio saranno proposte online e in diretta per scongiurare assembramenti.
 

Tanti gli argomenti contenuti nel programma del presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia Luigi Califano dove al primo posto ci sono gli studenti che ha sempre definito «una risorsa per il Paese». L’idea è di migliorare la formazione puntando su laboratori didattici, residenze e internazionalizzazione. E poi ancora l’idea di potenziare l’organico amministrativo e acquisire personale qualificato per un Grant Office, un ufficio che possa affiancare e sostenere i docenti per la partecipazione ai bandi europei, aiutarli a redigere i progetti e sostenerli anche nelle fasi successive. Altro punto riguarda le strutture edilizie con un piano straordinario per la manutenzione del patrimonio immobiliare, in particolare nel centro storico, Monte Sant’Angelo e piazzale Tecchio.

Matteo Lorito ha strutturato il suo programma nel solco di tradizione e innovazione, dove i cardini sono rappresentati da migliori servizi e strutture per gli studenti, tutela dei colleghi più giovani, rafforzamento della reputazione didattica e scientifica. Quest'ultimo punto è realizzabile con la creazione di un hub della ricerca che servirà a docenti e ricercatori a migliorare la partecipazione ai bandi europei. I grovigli della burocrazia quindi saranno dissolti grazie a «un incubatore di idee fatto di uffici, di servizi e di funzioni per affiancare chi stila il progetto per partecipare al bando». Il fine è ottenere più progetti competitivi e di conseguenza più finanziamenti, supportando i ricercatori nel capire la call, su come impostare il progetto, come scrivere un progetto, come compilare la parte amministrativa e gestionale, e così via.

LEGGI ANCHE Manfredi: «Servono più risorse pubbliche»

In Campania voteranno a settembre anche all'Università l'Orientale di Napoli. Il decano Lida Viganoni ha fissato per il 23 settembre le elezioni del rettore che sostituirà Elda Morlicchio - ricercatrice e professore di Filologia germanica - e vede in corsa solo un candidato: Roberto Tottoli, ordinario di Islamistica e bresciano di origine. All'Università Vanvitelli, invece, si è votato dal 21 al 23 luglio, con vittoria dell'unico candidato Giovanni Francesco Nicoletti che ha conquistato il 97 per cento degli elettori. Nicoletti, ordinario di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva a Medicina, subentrerà al rettore uscente Giuseppe Paolisso dal primo novembre. 
Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Agosto 2020, 13:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA