Dichiarata morta dai dottori per assenza di battito, 83enne torna in vita dopo 10 ore
di Alessia Strinati

Dichiarata morta dai dottori per assenza di battito, 83enne torna in vita dopo 10 ore

La dichiarano morta ma dopo 10 ore torna in vita. È successo a una donna di 83 anni, Ksenia Didukh, di Stryzhavka, in Ucraina. La paziente era stata trovata dai suoi familiari a terra senza battito cardiaco, così i cari hanno allertato i paramedici che non hanno potuto fare altre che dichiararne il decesso.

Leggi anche > Dichiarata morta dopo un incidente e messa in obitorio, donna resuscita nella cella frigorifera

Mentre la famiglia stava organizzando il funerale, dopo circa 10 ore dal presunto decesso, la donna ha mostrato nuovi segni di vita, così la sua famiglia l'ha portata con urgenza in ospedale dove poi ha ripreso conoscenza. L'83enne ha dichiarato di aver visto il paradiso, di aver sentito il padre, morto anni fa, che la chiamava, fino a quando non ha ripreso conoscenza e si è svegliata nel reparto.

Secondo quanto riporta il Daily Mail i medici che l'hanno soccorsa hanno notato un elettrocardiogramma piatto e l'assenza di battito, così hanno sconsigliato ai parenti di portarla in ospedale perché ormai morta. In realtà si sarebbe trattato solo di una morte apparente e poche ore dopo i suoi valori vitali sono tornati nella norma. Nessun medico, per ora, è riuscito a dare una spiegazione all'accaduto. 
Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Febbraio 2020, 16:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA