Doppietta di Immobile e la Lazio supera il Brescia 2-1, nona vittoria consecutiva

Video

Chiamatela zona Lazio. Ancora una vittoria in pieno recupero. La nona. Quella che permette ad Inzaghi di eguagliare la striscia di Eriksson della stagione 1998-99. I biancocelesti volano sempre più in alto: 2-1 contro il Brescia. La terza di fila che la Lazio ribalta. Ora toccherà a Inter e Juventus rispondere sul campo. La vetta è distante soli 3 punti e i ragazzi di Inzaghi hanno anche una gara in meno, quella con il Verona che sarà recuperata i primi di febbraio. Difficile porre limiti a questa squadra. La Champions resta l’obiettivo principale ma lo scudetto non può non essere un pensiero stupendo. Cattiveria, bravura e quel pizzico di fortuna che aiuta sempre gli audaci.

CIRO AL BERSAGLIO
Non è stata certo una gara semplice. Senza Luis Alberto e Leiva e con Cataldi affaticato Inzaghi inventa Correa trequartista. La scelta è azzardata tanto che l’argentino fatica e non poco a sfondare. Deve coprire più campo e sotto porta perde lucidità. E’ lui a sbagliare la palla del vantaggio del Brescia. Luiz Felipe completa l’opera lasciando Balotelli solo soletto. La Lazio accusa il colpo ma reagisce grazie ai suoi uomini migliori. Milinkovic calamita tutti i palloni che serve in profondità per gli inserimenti. Su uno di questi è lesto Caicedo e ingenuo Cistana che lo trattiene in area. Rosso e rigore che Immobile scaraventa alle spalle di Joronen. L’uomo in più per assurdo aiuta il Brescia che cerca disperatamente ossigeno. Corini, in tribuna per squalifica, toglie Torregrossa e dispone la squadra con un 4-4-1 che la Lazio fa fatica a bucare. Quando il pari sembra scritto ecco di nuovo Caicedo che fa una sponda perfetta per il piattone di Immobile che lancia la Lazio in orbita. Con una tigna così tutto è possibile

LEGGI LA CRONACA 


GUARDA LA CLASSIFICA

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 5 Gennaio 2020, 20:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA