Isola, Signorini e la lite con Catherine Spaak:
"Minimo sforzo, massimo rendimento"

Isola, Signorini e la lite con Catherine Spaak: ​"Minimo sforzo, massimo rendimento"

MILANO - "Ero entusiasta. Poi sono successe delle cose. La tempesta è stata la cosa scatenante. Siamo stati ore in balia del mare, un cameraman è caduto. Quando siamo tornati abbiamo scoperto che l'isola non era praticabile, era stata distrutta". Catherine Spaak si è ritirata dall’Isola dei Famosi nella seconda putata e la cosa ha fatto molto discutere. Ospite ieri sera in studio ha spiegato le motivazioni della sua scelta, non condivise dall’opinionista Alfonso Signorini. Tra i due le cose non sono funzionate dall’inizio: per scagionarsi dall’accusa di essere “snob”, la Spaak lo ha invitato a far leggere una lettera, scritta in francese, che i naufraghi le avrebbero scritto, lui accetta ma non vuole avere la traduzione perché “io il francese lo so”. Signorini l’accusa poi di aver partecipato “col minimo sforzo e la massima resa” (una sola puntata per ottenere visibilità) con la speranza poi di finire in qualche talk a parlare e commentare la sua avventura, con lei che risponde: “Non lo so questo, ma è vero che mi sta passando la voglia". Sull’argomento è intervenuta anche la Venier che avrebbe voluto sapere se dietro alla scelta ci fosse altro e lei ha parzialmente confermato: "Si, ci sono state incomprensioni. Ma soprattutto sono rimasta sconvolta". Alla fine Alfonso ha letto la lettere scritta dai naufraghi concludendo con un "nulla di rilevante".


Ultimo aggiornamento: Martedì 10 Febbraio 2015, 09:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA