Il chirurgo estetico Francesco Madonna Terracina «Il Covid ha aumentato la voglia di bellezza. Mai visti tanti pazienti, sia donne che uomini»

Il chirurgo estetico Francesco Madonna Terracina «Il Covid ha aumentato la voglia di bellezza. Mai visti tanti pazienti, sia donne che uomini»

Dottor Francesco Madonna Terracina (nella foto), chirurgo estetico a Roma, con il Covid è cambiato l'approccio dei suoi pazienti?
«Dopo il primo, totale lockdown la risposta in termini numerici dei pazienti è stata a dir poco sorprendente. Le richieste per interventi di chirurgia estetica sono aumentate di almeno il 30-40% rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti».

 


Quali le maggiori richieste di intervento?
«Mastoplastiche, rinoplastiche, liposuzioni e blefaroplastiche (cioé la plastica delle palpebre) le più gettonate. Ma pure le tecniche non invasive di medicina estetica hanno beneficiato di un importante incremento, con particolare predilezione per i trattamenti del corpo».

 


Voglia di tornare a vivere oppure il boom si spiega anche con altro?
«Il senso di precarietà vissuto durante il lockdown ha in un certo senso liberato molte persone da paure e dubbi che li avevano fatto esitare in precedenza».

 


Sta dicendo che il ricorso alla medica estetica fa rima con il voler essere ancora più attraenti post Covid?
«Nei pazienti è aumentato il desiderio di fare qualcosa per se stessi, grazie a metodiche in grado di migliorare l'estetica del viso o del corpo».

 


La pandemia cosa ha cambiato per voi chirurghi?
«Mascherine, copriscarpe, visiera ed igienizzanti per medici e pazienti erano già buone regole. Ora c'è la prescrizione del tampone per coloro che decidono di sottoporsi ad un intervento. Le procedure mediche e chirurgiche vengono gestite nella più totale sicurezza».


riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre 2020, 13:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA