Aereo caduto, Boeing aggiorna il software del 737 Max 8

Boeing ha sviluppato un software aggiornato e un programma di formazione piloti per far fronte ai problemi incontrati dal Boeing 737 Max 8 della Lion Air precipitato in ottobre in Indonesia. Lo ha reso la Federal Administrastion Aviation, l'authority Usa che vigila sulla sicurezza nei cieli. 

Boeing procede dunque a ritmi spediti verso l'aggiornamento del programma che potrebbe essere responsabilie dei disastri della Lion Air e anche della Ethiopian Airlines. L'attività di revisione sta transitando dalla riprogettazione del software ai simulatori di volo, per poi riportare i nuovi sistemi di attuazione all'interno delle procedure da osservare in cabina.
 


Da quanto è emerso dall'analisi dei due incidenti occorsi a Lion Air e Ethiopian, sembra apparso evidente come il software sia risultato ingannevole nei confronti dei piloti e rispetto ai classici comandi che l'equipaggio era solito impartire. Alla falsa lettura della fase di stallo, da parte del computer di bordo, avrebbero fatto seguito manovre inadeguate a correggere l'errore e tali da incidere sull'inviluppo di volo, facendo guadagnare all'aereo una velocità anomala fino a perdere il controllo dell'assetto per poi precipitare.

La Federal Administrastion Aviation ha confermato che Boeing, dopo l'aggiornamento del software, ha sviluppato un programma di formazione specifico dei piloti abilitati a operare sul B737 Max 8. Tale programma dovrà essere acquisito e accettato anche dagli altri organismi competenti, tra cui Easa, l'Agenzia europea per la sicurezza aerea. La linea di produzione dell'aereo non si è fermata, ma i tempi di consegna dei nuovi esemplari è destinata a slittare, mentre tutti gli aeromobili in servizio dovranno essere sottoposti alla procedura di aggiornamento del software di volo.

Poco mosso il titolo al Nyse: -0,66%.
 
Ultimo aggiornamento: 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA