Osaka eliminata alle Olimpiadi: il Giappone piange ancora una sua superstar

Video

Prima il Covid, che ha posticipato di un anno l'inizio della trentaduesima edizione delle Olimpiadi e ne ha minacciato (anche quest'anno) la realizzazione, poi il tifone Nepartak, che sta cambiando le carte in tavola per alcune finali. Per il Giappone, Tokyo 2020 più che un'occasione per dare mostra di sé, sembra uno sconto da pagare. Se a livello organizzativo le cose vanno così, dal punto di vista dei risultati degli atleti nipponici la situazione non migliora, anzi. Dopo la caduta alla sbarra del mito Kohei Uchimura, in lizza per il quarto titolo a cinque cerchi, nella sua terra, in mattinata arriva anche l'eliminazione di Naomi Osaka, ultima teodofora e asso del tennis femminile.

Tifone Nepartak in arrivo, non c'è pace per le Olimpiadi: rischio rinvio per alcune gare

 

Osaka eliminata non si presenta alla stampa

Esce di scena a sorpresa, quindi, una delle favorite del torneo di tennis femminile. Naomi Osaka, atleta giapponese che ha acceso il tripode olimpico, e testa di serie numero 2 del seeding di Tokyo, è stata battuta in due set dalla ceca Marketa Vondrousova 6-1, 6-4 in poco più di un'ora al terzo turno del torneo. Dalla sua, una scusante: è stata ferma per molto tempo durante l'anno. Dopo il match la scelta di non presentarsi in conferenza stampa: in passato ha parlato dei problemi con la stampa, della depressione e della difficile gestione di onori e oneri che derivano dall'essere sempre sotto pressione. Per questi motivi rinunciò al Roland Garros e a Wimbledon. Oggi un altro crollo, stavolta in campo.

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio 2021, 15:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA