«Vergogna!»: i tifosi della Roma rifiutano la maglia di Pellegrini, dopo il lungo viaggio sopra il Polo VIDEO

Alla fine c'è stato un confronto tra i tifosi e la squadra. Il capitano resta a parlare con la curva per più di 5 minuti

Video
di

La sconfitta della Roma in Conference League non è stata digerita dai tifosi. In 400 hanno affrontato una delle trasferte più impegnative di sempre a Bodo, città norvegese vicina al Polo Nord. Il 6-1 finale in favore dei padroni di casa del Bodo Glimt è stata una punizione troppo severa per quei tanti tifosi che avevano deciso di seguire la propria squadra nel freddo gelido della Norvegia settentrionale. E a fine partita i tifosi rifiutano la maglia del loro capitano gridando «Vergogna!».

 

Leggi anche > Catastrofe Roma, sconfitta storica in Norvegia: 6-1 contro il Bodo Glimt

 

A fine partita, Abraham chiama i compagni sotto la curva per salutare i 400 ultras che hanno sfidato il freddo e il lungo viaggio per amore della loro squadra e dei propri colori. Il capitano si toglie la maglia per regalarla a un fortunato tifoso, ma poi è costretto a indossarla nuovamente. Il rifiuto è stato perentorio. I tifosi della Roma non hanno voluto la maglia. La delusione era troppo cocente, anche alle temperature rigide di Bodo, ben al di sotto degli 0°.

 

I giocatori hanno provato a chiedere scusa ai tifosi, ma il tentativo è fallito. Ben 400 tifosi hanno affrontato un viaggio di oltre 2mila chilometri, nel mezzo della settimana, per amore, ma la prestazione insufficiente non è stata digerita. Poi c'è stato comunque un confronto con i tifosi. Un chiarimento, quantomeno, dopo una sconfitta così rumorosa, contro una squadra nettamente inferiore sia per qualità che per blasone. Il capitano è rimasto, dunque, più di 5 minuti a parlare con i suoi tifosi furiosi, cercando di placare gli animi. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 10:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA