Inter, Godin blocca Vidal e Conte (indispettito) aspetta
di Alessio Agnelli

Inter, Godin blocca Vidal e Conte (indispettito) aspetta

Inter, vendere prima di acquistare e Godin stoppa Vidal. Non in campo, ma a pochi passi dai campi di allenamento di Appiano, nuova meta del Guerriero cileno, già d’accordo su tutto con Barcellona e Inter e solo in attesa del via libera da Milano per volare in Italia con un jet privato, pronto da giorni. 
Paradossalmente, è proprio Diego Godin il motivo per cui Arturo Vidal non è ancora sbarcato in nerazzurro per visite e firma. Una cessione a guadagno zero per Suning (concessa la lista gratuita all’uruguagio, più una buonuscita di 3 milioni), ma fondamentale per alleggerire il monte ingaggi (di ben 11,6 milioni al netto delle imposte fino al 2022) prima di appesantirlo di nuovo con i 6 a stagione (fino al 2022, più un’opzione per un 3° anno) promessi al Guerriero. 
Da Nanchino, le disposizioni sono state chiare: a ogni entrata dovrà corrispondere un’uscita di pari valore, in termini di cartellino e ingaggio. Ed è per questo che, a Lucien Agoumé (vicinissimo allo Spezia in prestito), dovrà aggiungersi Godin, un altro dallo stipendio-top e in trattativa da giorni con il Cagliari per la quadra del nuovo contratto in rossoblù. Raggiunta un’intesa sull’ingaggio annuo (3,5 milioni) del Faraone, manca ancora l’accordo sulla durata del vincolo (2 anni la proposta dei sardi, 3 la richiesta dell’uruguagio), con le parti che restano sulle rispettive posizioni al momento.
Come Arturo Vidal, a Barcellona ad allenarsi per strada con un preparatore personale, dopo l’accesso negato al centro sportivo blaugrana. In viale Liberazione, quindi una sola parola d’ordine: vendere, a cominciare da Godin e proseguendo con Ranocchia (verso il Genoa, al suo posto Darmian), Perisic (sondaggi dallo United e dalla Bundesliga), Nainngolan, Joao Mario, Dalbert, Asamoah, Candreva, Vecino e Brozovic, tutti sacrificabili alla giusta offerta. Nei piani di Conte ci sono ancora Kanté e uno tra Alonso ed Emerson Palmieri, costo 70 milioni.
La quarta punta? Forse Andrea Pinamonti, di nuovo nerazzurro da ieri per un accordo pregresso (per 19 milioni) tra Inter e Genoa.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Settembre 2020, 07:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA