Lazio, Sarri con il problema dell'esterno: il baby Moro in vantaggio su Lazzari
di Enrico Sarzanini

Lazio, Sarri con il problema dell'esterno: il baby Moro in vantaggio su Lazzari

Se non è emergenza, poco ci manca. Domani allo stadio Olimpico arriva l'Atalanta e Sarri deve fare i conti con le tante assenze e le poche alternative figlie di un mercato ancora fermo. Out gli infortunati Acerbi e Pedro e senza lo squalificato Cataldi, il tecnico spera di poter contare almeno su Zaccagni. L'esterno contro l'Udinese in Coppa Italia ha rimediato una distorsione alla caviglia: ieri ha lavorato in palestra e oggi sosterrà il provino decisivo, si farà di tutto pet metterlo in campo ma senza rischiare di perderlo per un periodo troppo lungo. Lo stop di Pedro, infatti, che si è stirato il polpaccio, rischia di essere più lungo del previsto e lo spagnolo rischia di rientrare dopo il 6 febbraio quando la Lazio sarà di scena al Franchi contro la Fiorentina. In caso di forfait di Zaccagni scalda i motori Raul Moro, già sceso in campo dall'inizio nella gara contro il Torino (1-1), l'alternativa si chiama Lazzari. Da una settimana intanto continuano a non vedersi a Formello Radu, Basic e André Anderson, si teme che possano essere stati contagiati dal Covid. Contro l'Atalanta dunque questa la probabile formazione: Strakosa in porta, difesa a quattro con Hysaj, Luiz Felipe, Patric e Marusic a centrocampo Milinkovic-Savic (ieri non si è visto in campo ma è stato tenuto fermo solo a scopo precauzionale), Leiva e Luis Alberto, il tridente sarà formato da Felipe Anderson, Immobile e Raul Moro. Ieri a Formello infine si è visto Kezman: sul tavolo di Lotito il mancato tesseramento di Kanenovic e la formalizzazione del rinnovo di Marusic.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Gennaio 2022, 08:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA