Conte amaro: «Non siamo una grande squadra»

Inter, Conte amaro: «Non siamo una grande squadra»

«Alle grandi squadre certe cose non accadono, noi non siamo una grande squadra e dobbiamo diventarlo. Avevamo poco margine d'errore, non siamo stati capaci, io per primo, a ridurre gli errori e quello che abbiamo fatto oggi ne è la riprova». Lo ha detto il tecnico dell'Inter Antonio Conte, commentando la sconfitta contro il Bologna. «Dobbiamo cercare di ottenere il massimo di partita in partita, c'è una qualificazione Champions in ballo. Dobbiamo tornare in campo con una ferita bella aperta perché almeno per quanto mi riguarda, questo tipo di sconfitte mi lasciano amarezza e delusione, mi lasciano grande dolore. Chiaramente la vittoria non arriva dall'oggi al domani, ma tante situazioni lasciano molta amarezza: pensi di essere a un livello e invece sei a uno molto più basso»

«Io mi arrabbio con me stesso, perché sono il responsabile. Ho le mie responsabilità, sono io a indirizzare la situazione ed è giusto che sia molto arrabbiato prima di tutto con me stesso. Poi penso che anche i calciatori devono esserlo con loro stessi. La delusione è enorme. Mi auguro che questa delusione che io avverto sia avvertita anche dai calciatori almeno per l'1%. Una partita da portare a casa in carrozza siamo riusciti a perderla - ha aggiunto -. Da qui alla fine dovremo dimostrare tutti di meritare l'Inter. Altrimenti è giusto prendere anche altre decisioni».
Ultimo aggiornamento: Domenica 5 Luglio 2020, 22:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA