Vaccino, la terza dose in autunno sarà necessaria? Immunità e varianti, cosa sappiamo

Video

Si iniziano a tirare i primi bilanci della campagna vaccinale e si guarda già all’autunno quando, secondo il generale Figliuolo, sarà coperta oltre l’80% della popolazione. Vediamo di riprendere a qualche quesito alla luce delle attuali conoscenze.

Vaccini in vacanza? Solo se il soggiorno dura più di una settimana. Le regole regione per regione

Quanto dura l’immunità?

La convinzione della maggior parte degli scienziati è convinta che l’immunità duri circa un anno

La terza dose sarà necessaria?

Il generale Figliuolo sostiene che servirà e studi al riguardo sono già in corso. D’altra parte tutti se lo aspettavano che non sarebbe finita qui e che avremmo avuto bisogno di altro vaccino. Molto dipenderà anche dalla ‘curvatura’ che potrebbe prendere il virus anche alla luce delle molteplici varianti. L’Istituto Superiore di Sanità continua a tenere d’occhio il virus attraverso un programma di tracciamento che permetterà di capire se e come evolve.

Con quale vaccino?

I richiami solitamente vengono effettuati con lo stesso micro-organismo a patto però che le varianti non impongano un vaccino diverso da quello già iniettato.

Ci si potrà vaccinare anche con sieri diversi anche solo in caso di richiamo?

Qualche Paese già lo permette ma la comunità scientifica è prudente perché non ci sono ancora sufficienti dati per poter decidere. Oltretutto tra i vaccini a vettore virale (Astrazeneca e J&J) e a Rna messaggero ci sono forti differenze.


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Giugno 2021, 19:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA