Pd, la manifestazione slitta per il derby di Roma: l'ironia del web dopo l'annuncio

Pd, la manifestazione slitta per il derby di Roma: l'ironia del web dopo l'annuncio

Il Partito democratico, alla fine, si è arreso e ha deciso di spostare di un giorno, quindi a domenica 30 settembre, la manifestazione "Per l'Italia che non ha paura", a causa della concomitanza oraria con il derby tra Roma e Lazio, previsto per sabato 29 settembre e anticipato alle ore 15 per motivi di ordine pubblico.

L'ex Iena Giarrusso sorveglierà i concorsi: l'ironia del Pd. Tutta la storia



Inizialmente, gli organizzatori avevano pensato a lasciare invariata la data di sabato 29 settembre, anticipando l'orario di inizio della manifestazione, che prevede l'arrivo a piazza del Popolo di militanti ed elettori da tutta Italia. Una volta che anche il derby della capitale è stato anticipato, a quel punto i dirigenti del Pd hanno deciso di spostare tutto di 24 ore, rischiando però di creare enormi disagi a coloro che si erano già organizzati per raggiungere Roma sabato 29.

Inutile dire che la decisione non sia stata proprio gradita da elettori e militanti, che attendevano questa manifestazione da mesi, in seguito all'escalation di aggressioni a sfondo razziale registrata negli ultimi tempi, a cominciare dall'attacco di Macerata. Ci si aspettava, da un partito in declino e in difficoltà, ma principale rappresentante del centro-sinistra, uno scatto di orgoglio e una mobilitazione immediata, ma alla fine i vertici del Pd hanno deciso di attendere la fine dell'estate, trasformando l'obiettivo della manifestazione nella protesta contro l'attuale governo. Come a dire: «Avete atteso mesi, potete attendere anche 24 ore in più».
 




 


 

 

Mercoledì 5 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME