Torino, morta bambina di tre anni: precipitata dal balcone. Fermato il compagno della mamma

Morta bambina di tre anni: precipitata dal balcone. Fermato il compagno della mamma

Choc a Torino per una bambina di tre anni che ieri sera è precipitata dal quarto piano di un palazzo, in via Milano. La piccola è stata sottoposta nella notte a un delicato intervento neurologico, all'ospedale infantile Regina Margherita dove era ricoverata in prognosi riservata, ma è purtroppo deceduta questa mattina. Le condizioni della piccola, che aveva riportato diverse lesioni, tra cui traumi al cranio e al torace, erano apparse subito disperate e a nulla sono valsi gli sforzi dei sanitari per salvargli la vita. 

 

C'è un fermo nell'indagine della polizia sulla bimba di tre anni morta a Torino dopo essere precipitata dal balcone di una palazzina. Si tratta del compagno della mamma. Al momento però non sono noti i termini dell'accusa né le ipotesi di reato.

L'uomo, Azar Mohssine, 23 anni, è stato portato dagli agenti in manette in procura a Torino per essere interrogato dal pm Valentina Sellaroli; indosso una felpa a quadri rossoneri. Ieri mattina in tribunale era stato condannato a otto mesi al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato per il possesso, da lui negato, di una cinquantina di grammi di hashish.

Covid, verso una svolta nel conteggio dei ricoveri: «Positivi asintomatici non saranno considerati»

Nella caduta la piccola ha riportato un gravissimo trauma cranico. Su quanto accaduto indaga la polizia. Da una prima ricostruzione, quando la bimba è caduta in casa c'era il convivente della madre. La piccola si sarebbe sporta dal balcone e sarebbe precipitata. Gli investigatori della polizia, coordinati dal pm Valentina Sellaroli, hanno ascoltato la madre della bambina, il compagno della donna, un uomo di origini marocchine, e un vicino di casa. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Gennaio 2022, 17:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA