Ardea, Andrea Pignani fu sottoposto a consulenza psichiatrica. Il referto: «Non necessita di trattamento immediato»

Video

Andrea Pignani fu sottoposto a «consulenza psichiatrica» per uno «stato di agitazione psicomotoria» l'11 maggio scorso presso il Pronto Soccorso del Nuovo Ospedale dei Castelli di Ariccia (RM). È quanto è emerso dagli accertamenti dei carabinieri e della Procura di Velletri riguardo al killer che ieri a Ardea ha ucciso Salvatore Ranieri e i due fratelli David e Daniel Fusinato. In ospedale Pignani fu accompagnato «volontariamente» da un'ambulanza dopo una lite con la madre. Pignani non era comunque in cura «per patologie di carattere psichiatrico».

 

Ardea, il killer Andrea Pignani ha sparato con la pistola del padre: giallo sulla denuncia di smarrimento. La famiglia: «Non la trovavamo più»

 

Le indagini dei carabinieri e della Procura di Velletri hanno evidenziato che la lite dell'11 maggio scorso tra Pignani e la madre rese necessario l'intervento di una pattuglia di Carabinieri presso la loro abitazione di viale Colle Romito. A seguito di ciò Pignani fu accompagnato da un'ambulanza presso l'Ospedale dei Castelli di Ariccia dove arrivò in «stato di agitazione psicomotoria» con codice azzurro, venendo sottoposto a consulenza psichiatrica, a seguito della quale veniva dimesso la mattina successiva.

 

Video

 

Sul referto di dimissione fu annotato: «stato di agitazione - paziente urgente differibile che necessita di trattamento non immediato Si affida al padre». Dagli accertamenti eseguiti non risulta che l'omicida fosse in cura per patologie di carattere psichiatrico né tantomeno che fosse in possesso di certificazione medica rilasciata da strutture sanitarie.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno 2021, 15:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA