Spara e uccide l'amico durante la caccia al cinghiale: «Non l'ho visto». Aldo muore a 57 anni

Spara e uccide l'amico durante la caccia al cinghiale: «Non l'ho visto». Aldo muore a 57 anni

Spara e uccide l'amico durante una caccia al cinghiale. Tragico incidente di caccia a Teano, nel Casertano, dove un uomo di 57 anni, Aldo De Francesco, è morto dopo essere stato colpito alla schiena da una fucilata sparata da un compagno di battuta di 76 anni. Il fatto è accaduto intorno alle 13.30.

Incidente in motocross, morto un ragazzo di 16 anni: la tragedia durante una gara nel bresciano

Spara e uccide l'amico durante la caccia al cinghiale

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione di Teano, e da quelli della compagnia di Capua, De Francesco, imprenditore edile, era partito per una battuta di caccia al cinghiale con un gruppo di circa una decina di cacciatori; tutti i partecipanti alla caccia sembra fossero distanziati gli uni dagli altri, e il 76enne - residente a Carinola - ha sparato con un fucile caricato a pallettoni nella stessa direzione di De Francesco.

Quando questi è si è accasciato, gli amici lo hanno portato al pronto soccorso dell'ospedale di Sessa Aurunca, dove è deceduto. Il 118 ha quindi informato i carabinieri, ma intanto il cacciatore 76enne, sotto choc, si è presentato alla stazione dei carabinieri di Teano per spiegare cosa era accaduto. «Ho sparato io, non l'ho visto» ha detto disperato. L'uomo, un cacciatore esperto, verrà indagato per omicidio colposo. Nei prossimi giorni si terrà l'autopsia sul corpo di De Francesco. Le indagini comunque proseguono per accertare l'esatta dinamica.


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Ottobre 2022, 21:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA