Juventus, Szczesny un prodigio, Rugani balbetta e Alex Sandro non sprinta
di Alberto Mauro

Juventus, Szczesny un prodigio, Rugani balbetta e Alex Sandro non sprinta

Szczesny 6,5 Giocata prodigiosa in avvio nell’uno contro uno su Djuricic; sceglie perfettamente il tempo dell’uscita bassa e sfiora il pallone con la manona sventando un gol fatto. Meno reattivo nella ripresa quando esce sulla trequarti e svirgola il pallone su Berardi, tiro fuori a porta vuota.
De Sciglio 6,5 Non concede nulla in fase difensiva, ha l’occasione per chiuderla dopo poco più di un’ora, ma la sua stoccata di destro da fuori esce di pochissimo. Sempre più decisivo.
Rugani 5 Avvio disastroso, suo il retropassaggio suicida che innesca Djuricic a tu per tu con Szczesny dopo 3 minuti, sfiora il raddoppio di testa in avvio di ripresa.
Caceres 6 Il più solido dei due centrali, attento e preciso, spesso in anticipo, ritrovato.
Alex Sandro 5,5 Nei primi 20 minuti il Sassuolo sfonda ripetutamente dalla sua parte con Lirola e Berardi, fatica a tenere la posizione e si trova spesso in inferiorità, poi prende il ritmo.
Khedira 7 Attaccante aggiunto. In rodaggio per l’Atletico Madrid, la sua esperienza può fare la differenza in Champions proprio come l’ha fatta al Mapei: mette in porta il tap-in su botta di Ronaldo, al posto giusto al momento giusto. Sfiora la doppietta di testa a fine primo tempo e poi di destro al minuto 63.
(63’ Bentancur 6 Difende il vantaggio con personalità)
Pjanic 6,5 Non pimpantissimo ma decisivo: trova benissimo ronaldo in scivolata sull’azione dell’1-0, gli mette sulla testa il pallone del 2-0 da corner, avvia il 3-0.
Matuidi 6 Inserimenti, corsa e contrasti. Serata da faticatore ma Blaise non si tira indietro, il suo peso si sente.
(85’ Emre Can 6,5 Pesca il 3-0 appena entrato con un diagonale sinistro che non lascia scampo a Consigli)
Bernardeschi 6 Parte esterno poi si accentra sulla trequarti francobollando Sensi, la sua visione di gioco è preziosa e manda in porta Ronaldo (gol annullato giustamente per fuorigioco)
(83’ Dybala 6 Mette lo zampino nel 3-0 triangolando con Ronaldo)
Mandzukic 5,5 Capitano coraggioso e di sacrificio. Parte piano, duella in ogni zona del campo ma non è la solita furia e non trova la zampata vincente.
Ronaldo 7,5 Con Mandzukic in campo si divide il peso dell’attacco e può permettersi più giocate e libertà. Innesca l’1-0 di Khedira con una bordata respinta da Consigli, sigilla la sfida con una zuccata prepotente su corner, segna almeno 20 reti stagionali da 13 stagioni, l’uomo della provvidenza.
Allegri 7 Non si scompone dopo l’avvio in affanno, azzecca la mossa di accentrare Bernardeschi e il cambio di Emre Can. E’ tornata la Juve, ottimi segnali in vista di Madrid.



© RIPRODUZIONE RISERVATA